Utente 122XXX
Gentili dottori, vi scrivo per conoscere un vostro parere in merito ad una problematica di mia moglie, 48enne. Da qualche tempo avverte un dolore all’anca dx, che gradualmente si è esteso al gluteo e a tutta la rispettiva gamba, specie se sale scale e percorre strada in salita. La gamba dx, inoltre, tende a ruotare verso l’esterno. Riferita la problematica al Medico Curante, le è stata prescritta una terapia antidolorifica a base di Voltaren e Muscoril, ma, poiché il dolore non è sparito, il Medico ha suggerito una Rx della colonna lombosacrale ed una Rx all’anca dx.
Questo il referto Rx della colonna lombosacrale: “Torsione scoliotica destro convessa dei metameri lombari. Ridotta la fisiologica lordosi lombare, lieve accentuazione della cifosi sacrale. Modicamente ridotto al versante posteriore lo spazio intersomatico L5-S1”.
Questo, invece, il referto Rx anca dx: “Incipiente ossificazione del legamento ileo trasversario. Note di artrosi dell’articolazione sacroiliaca della sinfisi del pube. Modesta sclerosi sub condrale a livello del tetto aceta bolare. Presenza di os acetabuli. Incipiente ossificazione delle entesi a livello del gran trocantere”.

In attesa di una visita specialistica, potreste darmi un parere in merito? Può fare qualche esercizio, tipo la cyclette, per cercare di attenuare il dolore? Grazie anticipatamente e saluti.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Emanuele Caldarella
48% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
Caro utente,

posto che senza visionare le immagini è molto difficile fare valutazioni, leggendo il referto la struttura più "pittorescamente"descritta sembra l'anca. Il referto menziona diffuse alterazioni in senso calcifico, ed è possibile che siano legate ad una precoce artrosi dell'anca.
Anche la presenza di "os acetabuli" mi insospettisce. Questo è un ossicino accessorio, che quasi nessuno ha: mi viene da pensare che, in mezzo a tanti fenomeni calcifici descritti dal radiologo, quello che è stato preso per "os acetabuli" sia invece semplicemente una calcificazione labrale dovuta all'artrosi. Certo, non ho nessun elemento per dirlo, se non la statistica: l'os acetabuli è rarissimo, le calcificazioni sono invece frequentissime, e sembrerebbe che Sua moglie già ne abbia diverse.

La farei valutare, vista la giovane età, da uno specialista che si occupi specificamente di patologia dell'anca, per capire se in futuro potranno essere indicati interventi chirurgici:

http://www.medicitalia.it/minforma/ortopedia/1-protesi-anca-paziente-giovane.html

http://www.medicitalia.it/minforma/ortopedia/622-conflitto-femoro-acetabolare-femuro-acetabular-impingement-fai.html

Quanto alla cyclette, non riduce il dolore. Ma è utile per mantenere i muscoli in esercizio. Mi raccomando, sella alta, e non forzare assolutamente.

Distinti saluti