Utente 313XXX
Gentili dottori.
All'esito di Holter 24h e' emerso ritmo sinusale con frequenza media 65 BPM, diurna 71 e notturna 51 BPM. Frequente extrasistolia isolata a prevalente unica morfologia con fasi di bigeminismo e trigeminismo,, coppie, un run di sette complessi di TVNS e un breve passaggio di RIVA. Sporadica extrasistolia sopraventricolare isolata con due coppie. Non modificazioni della ripolarizzazione ventricolare diagnostiche per ischemia miocardia transitoria.
BEV isolati 4236 rispetto ai 5334 di holter precedente ( un mese fa )
Battiti mancanti 2
BI e trigemin 378 & 1
BESV 7 isolati e 2 coppie.
Ad agosto 2013 intervento di triplice by pass ( stenosi critiche in tutte le coronarie, quella destra calcificata per pregresso infarto non databile )
Frazione di eiezione 55 per cento.
Non assumo betabloccanti da un mese ca. perché in tollerati.
Cardioaspirina dopo pranzo e mezzo Torvast da 20 mg. la sera.
La domanda e' questa: cosa significa " run di sette complessi TVNS e un breve passaggio di RIVA" ? Inoltre cosa significa " non modificazioni della ripolarizzazione ventricolare diagnostiche per ischemia miocardia transitoria"?
E'. Significativo che i BEV siano diminuiti?
FC Max. 131. FC Min. 39
Durata BEV 01:06:08
Durata bradicardia 00:35:02
Soffro di episodi di palpitazioni molto debilitanti con leggero dolore che si irradia in tutto il torace. Non reggo le situazioni stressanti.

Mi preoccupa questo "run di TVNS"
Grazie infinite.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
231165

Cancellato nel 2015
Considerando la sua storia clinica e i risultati dell'Holter credo sia necessario andare da un cardiologo per farsi modificare la terapia e cercare di trattare le aritmie rilevate. I RIVA sono dei battiti lenti che nascono dal ventricolo e non sono pericolosi. Le extrasistoli comunicano ad essere in numero discreto e i sette complessi sono un breve episodio di tachicardia ventricolare non sostenuta ( si dice non sostenuta perché è durata pochi battiti). Finche rimane tutto così va bene ma se fosse un mio paziente preferirei cercare di ridurre le aritmie rilevate perché come lei scrive risultano debilitanti e quindi inficiano la sua qualità' di vita. Il fatto che non ci siano alterazioni della ripolarizzazione significa che i bypass vanno benissimo e cioè' che durante la registrazione non ci sono state fasi di sofferenza ischemica
buona giornata
[#2] dopo  
Utente 313XXX

Iscritto dal 2013
Caro dott. Maccabelli,
La ringrazio moltissimo.
Proprio stamani mi rechero' dal cardiologo per sottopormi ad un test da sforzo, visita da tempo programmata, con l'intesa di affrontare il problema aritmie che, mi creda, non sostengo piu'.
Il problema e' che anche nel periodo precedente l'holter credo di aver subito episodi di tachicardia ventricolare, di durata più lunga ed assolutamente debilitanti.
Ho resistito ma non posso andare avanti cosi', mi e' preclusa ogni attività che richieda anche un modesto impegno mentale, le palpitazioni compaiono e non danno tregua fino a prostrarmi, solo riposando in un luogo mio, piano piano passano ma rimane una forte oppressione al petto ed al torace in generale.
Temo tuttavia gli anti aritmici, temo i betabloccanti, l'esperienza che fino ad ora ho avuto di questi ultimi e' stata veramente distruttiva, mi provocano astenia e confusione mentale oltre che perdita d'equilibrio.
Il fatto che i bypass vadano bene, secondo le risultanze dell'holter, mi tranquillizza non poco. Infatti temevo di aver tutt'ora sofferenza ischemica derivata da malattia coronarica che pensavo non del tutto.
Spero di non aver avuto episodi di tachicardia sostenuta in quanto, come Le ho detto, in tantissime occasioni le palpitazioni e la frequenza cardiaca accelerata hanno avuto durata di piu' di un ora.
Svolgo attività professionale usurante ed in questo momento sto delegando quasi tutto, le poche cose che non riesco a delegare mi procurano enorme tensione e le ridette palpitazioni che non riesco a gestire.
La ringrazio di " cuore" e, se trova un po' di tempo, mi rassicuri ancora, ne ho tanto bisogno.
I piu' cordiali saluti.
[#3] dopo  
231165

Cancellato nel 2015
Stia tranquillo i btabloccanti possono dare molti sintomi ma esistono altri farmaci che sono assolutamente ben tollerati. Credo che con la terapia giusta la sua condizione di vita potrebbe significicativamente cambiare
cordilali saluti
[#4] dopo  
Utente 313XXX

Iscritto dal 2013
Caro Dottore,
Il cardiologo, visto l'episodio di TVNS, ha ritenuto di non eseguire il test da sforzo e domattina vuol ricoverarmi per svolgere tutti gli accertamenti del caso.
Per prima cosa vuole sottopormi a coronarografia, cosa ne pensa? visto che i bypass dovrebbero andar bene! Non e' ancora trascorso un anno dall'intervento.
Per quel che riguarda gli altri farmaci che posso tollerare, anche se credo non possa indicarmi il nome, puo' cortesemente dirmi il genere degli stessi?
Il fine della coronarografia e' quello di escludere la malattia coronarica per intraprendere una cura per le aritmie, non e' ancora troppo presterà che rischi corro.
Se puo' mi risponda perché mi sento molto agitato e preoccupato.
Grazie.
[#5] dopo  
231165

Cancellato nel 2015
Purtroppo essendo Lei seguito al momento da un altro collega non ritengo giusto ne' etico pronunciarmi su cosa avrei fatto io o su che farmaci le prescriverei. Questo forum ha lo scopo di spiegare e chiarire problemi ma non puo' essere una second opinion in tempo reale . Anche perché' io non la conosco , non l ho mai visitato o valutato appieno la sua documentazione . Proseguire sarebbe scorretto e inopportuno
Si fidi del Medico che l'ha in cura i cui compiti , oltre che di curarla devono essere quelli di chiarire ogni sua perplessità'
cordiali saluti