Utente 353XXX
Buona sera, oggi pomeriggio ho ritirata l'esame PET eseguito giorno 09 luglio 2014 da mio papà - età 73 anni. Gentilmente chiedo un vostro parere sul referto che di seguito vi riporto:
Tipo di Esame: TOMOSCINTIGRAFIA GLOBALE CORPOREA (PET) Storia clinica e quesito diagnostico:
k Vescica op nel 2010. Riscontro TC di noduli polmonari. Q.D: valutazione di malattia
Glicemia = 113 mg/dl
Tracciante: 18F-FDG​Attività somministrata: 252 MBq
REFERTO:
L'esame è stato effettuato con tecnica PET-CT 50 minuti dopo la somministrazione endovenosa di [18F]FDG. Sono state acquisite immagini della distribuzione del tracciante di vitalità tumorale dalle base cranica alla pelvi ( total body) per una durata di 30 minuti circa. Sono state ricostruite sezioni tomografiche di 4,25 mm di spessore riorientate secondo un piano coronale e un piano sagittale.
L'indagine documenta due accumuli di tracciante posti rispettivamente al campo superiore del polmone di destra ed al campo superiore del polmone di sinistra cui si associa accumulo di pertinenza linfonodale in sede paratracheale di destra.
Limitatamente al potere risolutivo della metodica (circa 5 mm) non si documentano altre anomalie di distribuzione del tracciante nei restanti segmenti corporei esaminati.
CONCLUSIONI: Lo studio PET documenta presenza di malattia ad elevata attività metabolica nelle sedi sopra descritte.
Grazie anticipatamente.
[#1] dopo  
Dr. Claudio Andreetti
40% attività
8% attualità
16% socialità
AREZZO (AR)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Gent.le utente la PET mostra due aree sospette per malattia tumorale a livello della parte alta dei due polmoni. In considerazione del precedente tumore di papà andranno sicuramente indagate queste sospette aree, eventualmente facendo una biopsia. Al momento non è possibile fare previsioni su cosa realmente siano queste zone e di conseguenza sciogliere una prognosi.
[#2] dopo  
Utente 353XXX

Iscritto dal 2014
Grazie per la tempestività e la sua disponibilità. Lunedì abbiamo prenotato una visita in Ospedale con uno specialista.
La terrò aggiornato sull'evolversi del caso.
Cordiali saluti.