Utente 311XXX
Egr.Dr.
Scrivo per un mio zio di 80 anni con diversi problemi di salute.Peso 75 kg.altezza 173cm.L'altro giorno chiamatomi per farsi misurare la pressione, mi ha detto che generalmente ha 160/170 di massima e 80 di minima,ha voluto mostrarmi la documentazione cardiologica.L'ecocardiogramma risalente ad aprile 2012 misurava una radice aortica di 33mm.All'ultimo del 24/10 2013 la radice aortica misurava 42mm.,con una lieve insufficienza della valvola aortica.Quindi in un anno e mezzo ha avuto una dilatazione di 9mm.Sono troppi nell'arco di tempo considerato?Ha una prenotazione per rifare l'ecocardiogramma il 21 di agosto.Può essere tardi?Cosa ne pensate.Grazie e cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Penso che sia assurdo considerare 160/170 mmHg di massima accettabili in un paziente iperteso...
Suo zio deve fare una terapia medica adeguata per il controllo dei valori pressori, altrimenti rischia che l'aorta possa andare incontro ad una dissezione (che è un'evenienza potenzialmente letale)....
In merito all'efficacia dei farmaci antipertensivi le consiglio di leggere l'art. http://www.medicitalia.it/minforma/cardiologia/1940-ipertensione-arteriosa-prevenzione-diagnosi.html.
Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 311XXX

Iscritto dal 2013
Dr.Rillo,
Molte grazie per la rapidità e competenza della risposta.Dopo aver letto l'articolo ho capito che non bisogna fermarsi all'autocontrollo della pressione arteriosa,ma bisogna ricorrere al "monitoraggio ambulatoriale della pressione arteriosa delle 24 h."Però,ha me,soffro anch'io dello stesso problema, con valori che ritenevo nella norma 130/135-80,hanno detto che prima di procedere all'auto misurazione della pressione bisogna rimanere seduti per 10 minuti ed avere l'arteria brachiale a livello del cuore.Il cardiologo,poi, si rende conto del controllo pressorio con l'eco.Con il monitoraggio 24h queste due regole non possono essere osservate.Cosa ne pensa?Di nuovo grazie e saluti.
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
l'ABPM ha obiettivi differenti rispetto all'automisurazione della pressione arteriosa perchè fà una "fotografia" del comportamento pressorio in una giornata standard, con valori che fisiologicamente si modificano e quindi i dati dell'esame vanno interpretati dal medico anche con l'ausilio di un diario clinico. Inoltre offre informazioni anche sui valori pressori notturni. All'esame, ripeto di pertinenza medica, si affiancano i dati che riguardano i valori dell'automisurazione, che viene gestita dal paziente e che deve essere fatta come le è stato detto (ma che da sola non è sufficiente per dare un quadro completo sull'efficacia o meno di una terapia antipertensiva). Ultima cosa l'Holter pressorio andrebbe fatto d'inverno, poichè le temperature rigide tendono ad incrementare i valori pressori, laddove quelle estive li riducono.
Saluti