Utente 150XXX
Salve, ho 27 anni e ho un lievissimo prolasso della mitrale, a volte soffro di extrasistoli e di problemi gastrointestinali con gonfiore acidità e irritazione intestinale. Non essendo molto allenato mi capita dopo uno sforzo abbastanza intenso di avvertire nausea e leggera debolezza collegata ad un rialzo della frequenza cardiaca. Mi spiego meglio, appena cessa lo sforzo la frequenza cardiaca rientra subito dall 85% al 50 in pochissimo tempo ma dopo un po' noto un rialzo momentaneo della frequenza al 75% collegato sempre a sensazione di nausea e debolezza. Cosa potrebbe essere?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
E' tutto fisiologico...mentre l'ansia che trapela della sue parole fisiologica non è....Da buon intenditor...
Saluti
[#2] dopo  
Utente 150XXX

Iscritto dal 2010
Beh in effetti l'ansia c'è, ho sofferto di attacchi di panico e allo stato attuale prendo 10mg di citalopram. Quindi lei mi dice che questo aumento brusco della frequenza dopo sforzo è normale. Non tutti risconttano questa cosa però. Sento il cuore anche a riposo battere più intensamente
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Continua a curarsi bene per l'ansia e non pensi a problemi cardiaci che non ha....
saluti
[#4] dopo  
Utente 150XXX

Iscritto dal 2010
Grazie Dottore...
[#5] dopo  
Utente 150XXX

Iscritto dal 2010
Dottore le chiedo umilmente scusa se la disturbo. Il mio medico curante dice che non è una cosa molto normale questa risposta del cuore. Ad esempio subito dopo una salita di 10 km fatta ad una frequenza di 155 BPM il cuore rientra in poco tempo sulle 90 pulsazioni per poi avere un effetto rimbalzo aumentando di nuovo sulle 155-160 pulsazioni. Io ho 27 anni e la mia frequenza massima teorica dovrebbe essere di 193 BPM. A questo rialzo momentaneo delle pulsazioni si associano nausea e debolezza e ci vuole un po' prima che passi. Non so cosa possa essere ma il mio medico mi ha messo un po' di preoccupazione. Io fino all'anno scorso ho eseguito ecocardiogramma, test da sforzo e due tre anni fa ho fatto un holter.
[#6] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Sinceramente non vedo il motivo per il quale il suo medico debba preoccuparsi....comunque se proprio vuole ripeta un Holter ECG delle 24 h.
Saluti
[#7] dopo  
Utente 150XXX

Iscritto dal 2010
Non saprei il motivo della sua preoccupazione, dice che una volta rientrata la frequenza non dovrebbe risalire, dice che potrebbero essere extrasistoli. Conunque una cosa é certa, cioè, l anno scorso durante il periodo della cura con 30mg di citalopram non avvertivo questi fastidi e andavo tutti in giorni in bici. Queste cose mi preoccupano. Penso che il cuore mi abbandoni di colpo
[#8] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Guardi, con estrema franchezza, per me il suo reale problema resta l'ansia patologica, come le ho già detto più volte, e per questo deve rivolgersi ad uno psichiatra e non a noi cardiologi.
Saluti
[#9] dopo  
Utente 150XXX

Iscritto dal 2010
Quindi lei non vede nulla di patologico in tutto ciò. La vede una cosa fisiologica? L'ansia continuerò a curarla