Utente 328XXX
Buonasera,

Ormai è passato più di un anno dopo aver eseguito una frenuloplastica, nell'ambulatorio di un medico che mi ha risposto su questo sito.

Il problema è che fin dai mesi successivi ho avuto problemi di anelasticità del prepuzio. Inizialmente pensavo che la pelle si dovesse riadattare ad una tensione maggiore visto che l'erezione dopo l'intervento è diventata più importante favorendo una maggiore irrorazione del glande. Inizialmente ho pensato di aver contratto lichen sclerosus e così ho pensato di scrivere al medico che mi ha operato. Dopo aver insistito più volte e aver ricevuto poche risposte e brevi il dottore mi ha detto di fare delle foto e mandargliele (questo perchè non vivo più dove ho fatto l'intervento). Ho inviato le immagini e dopo non aver ricevuto risposta ho scritto di nuovo e ad oggi ancora ho ricevuto risposta.

Sorvolando sul poco senso di responsabilità del medico, di cui non faccio il nome, mi chiedo se con il tempo dovrò andare in contro ad un'operazione per rimuovere questa leggera fimosi. Questa fascia molto tesa si presenta di colore più chiaro con dei capillari che spesso si rompono. Il colore di questo anello del prepuzio è lo stesso del colore della cicatrice di dove è intervenuto il medico con la frenuloplastica (il tutto senza valutare la situazione in erezione e con 3-4 punture di anestetico che mi hanno fatto vedere le stelle, anche durante l'incisione con bisturi). Tutt'oggi ho dolore nel far scorrere il prepuzio sul pene in erezione e a stento riesco ad aprirlo tutto e scoprire interamente il glande. Inoltre sento ancora tirare nella zona dove è stato tagliato il frenulo e sento anche dolore sulla cicatrice. Cosa devo fare? Da questo medico non ci vorrei andare più perchè sinceramente si è comportato male abbandonando la corrispondenza via mail. Ho pensato a qualche crema per migliorare l'elasticità della pelle ma mi sembra di aver capito che questo sistema abbia effetto solo nei bambini nei primi anni di vita. Preciso che con una buona lubrificazione questo dolore sparisce in gran parte ma spesso in altre situazioni provo un grande disagio per via del dolore (causandomi a volte delle piccole lacerazioni sul tessuto cicatriziale, inciso nell'operazione, alla base dell'uretra).

Sono nel panico, quanto meno vorrei capire (per via telematica), se si possa trattare di lichen sclerosus oppure se è solo un discorso di pelle che si è ritirata e cicatrizzata dopo il trauma dell'operazione (lo chiamo trauma perchè ho sentito un sacco di dolore, prima con le punture e poi durante il taglio del frenulo)

Grazie a tutti anticipatamente.

P.S. Non abbiate paura di commentare il modo in cui è intervenuto il vostro collega perchè per rispetto non ho citato il suo nome ma che sinceramente non mi ha mai ispirato tanta fiducia. Sinceramente l'ho scelto perchè l'ho conosciuto qui sopra ed è quello che mi ha fatto provare meno vergogna essendo stata la prima visita alle zone basse....

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,il dato clinico legato alla scomparsa del dolore in presenza di una migliore lubrificazione,ridimensionerebbe l'ipotesi di un lichen e/o di una retrazione cicatriziale.Quanto alle creme elasticizzati,non ritengo essere efficaci.Il prepuzio scivola agevolmente sul glande in erezione?Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 328XXX

Iscritto dal 2013
Grazie per la risposta Dottore,
in erezione il prepuzio scorre ma con difficoltà nel punto più largo, riesco a scoprirlo tutto ma sento dolore e la pelle risulta molto tesa e chiara rispetto al resto. Inoltre devo aggiungere che dopo la frenuloplastica il glande si presenta arrossato vicino al meato uretrale e alla base del glande, mentre le zone più esterne, a destra e sinistra del meato uretrale presentano un colore simile al violaceo.

Se fosse così così gentile da darmi il suo indirizzo mail non avrei problemi ad inviare qualche scatto fatto circa 60/90 giorni fà (la situazione attuale non mi sembra essere cambiata, tranne che oggi ho scoperto di avere una macchiolina di 1cm circa, simile ad un livido, sulla parte esterna del glande! Spero si tratti solo di uno strofinamento notturno). In tal caso, per maggiori chiarimenti, potrei prendere in considerazione l'idea di prenotare una visita presso il suo studio. Questa situazione mi mette a disagio e vorrei risolverla quanto prima. Se non si fosse lacerato (più volte da quanto dichiarato dal medico che mi ha operato) avrei continuato perfettamente e senza problemi con il mio frenulo corto.

Grazie