Utente 656XXX
gentili dott..
vi scrivo riguardo a mia madre di anni 68 in quanto da più di 40 giorni sta facendo l ' eparina per via di un riscontro di tromboflebite superficiale gamba sx e sta usando la calza elastica ad oggi il d-dimero tende a salire infatti se prima era 591 -660 ora è 668 malgrado prenda anche la cardioaspirina
da due giorni abbiamo sospeso l'eparina ed ecco ritornata la gamba calda e rossa
durante questo mese abbiamo fatto 2 ecodoppler dai quali risultano le vene libere da trombi ,inoltre sulla gamba ha un edema duro al tatto visto anche da un ecografia la mia domanda è: se dall'ecodopple risulta solo una insufficenza venosa perchè la gamba si arrossisce e diventa calda? inoltre da cosa può dipendere il d-dimero alto?

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UNA VALUTAZIONE A DISTANZA

Gentile Utente,
i dati che riferisce sembrano piuttosto frammentari, soprattutto quando fa riferimento all'esito dell'ecocolordoppler (vene superficiali? profonde?).
Per caso Sua Madre ha avuto febbre? Chi ha posto diagnosi di tromboflebite?
[#2] dopo  
Utente 656XXX

Iscritto dal 2008
chiedo scusa per non essere stata chiara..
dunque sono vene superficiali mia madre è stata vista da due ematologi,ha avuto solo all' inizio qualche decimo di febbre e la diagnosi della tromboflebite è stata fatta all'inizio
ad oggi quando resta in piedi più del dovuto la gamba si fa calda e dolente ,quando la tiene a riposo sembra andare meglio
resta questo mio dubbio come mai dall'ecodoppler fatto una settimana fà non risultava niente a livello di tromboflebite e oggi invece la gamba è arrossata ,calda e dolente
dalla mia indagine su internet ho visto che la flebite è un infiammazione di una vena quindi non sarebbe il caso di assumere un antiinfiammatorio?
[#3] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Bisognerebbe capire se il sistema venoso superficiale non è stato oggetto della esplorazione strumentale e/o del referto, vista l'evidenza clinica dell'affezione o se sia stata effettivamente segnalata l'assenza di trombi nei tronchi venosi suprficiali.
In alternativa andrebbe considerata la diagnosi differenziale con una dermolinfangite (erisipela), le cui manifestazioni non raramente vengono scambiate con quelle di una flebite superficiale.