Utente 353XXX
Salve, vi scrivo per chiedere un consiglio. Nel 2011 sono stata operata di by-pass gastrico, a causa a problemi di obesità e, in particolar modo, di diabete di tipo due. In seguito all'intervento chirurgico, ho riscontrato senz'altro un miglioramento del diabete ma non ho risolto il problema dell'obesità, in quanto ho perso solamente 15 kg circa. Il problema maggiore, però, è che l'intervento mi ha portato dei gravissimi disturbi intestinali. Purtroppo alle volte sono costretta ad evacuare anche 5-6 volte al giorno (alle volte anche di più), tanto da non riuscire neppure a dormire di notte a causa di questo problema. Ciò comporta logicamente un continuo senso di malessere e spossatezza, dovuto probabilmente all'eccessiva attività intestinale che mi porta a una debilitazione totale (prendo comunque delle vitamine). L'odore delle feci è piuttosto forte e mi chiedo, potrebbe essere in corso un'infezione? Come posso ovviare a questo problema? Da due anni, ormai, condurre una vita normale mi risulta spesso impossibile.

Ho già consultato un serio specialista, ma purtroppo non abbiamo trovato una soluzione. Spero di risolvere insieme.

Grazie mille.

Cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Roberto Rossi
40% attività
16% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
I disturbi di canalizzazione possono essere collegati al tipo di intervento,ma possono riconoscere altre cause. Il consiglio pertanto è di consultare un gastroenterologo per valutare altre possibili causa del problema intestinale.
[#2] dopo  
Utente 353XXX

Iscritto dal 2014
La ringrazio. Ho già consultato molteplici specialisti tra cui epatalogo e gastroenterologo, ma nessuno è riuscito a trovare una causa al mio problema. Alcuni mi hanno consigliato anche un piano alimentare privo di alcuni alimenti che avrebbero potuto alimentare ulteriormente l'attività intestinale (mi hanno fatto eliminare le verdure, ad esempio), ma non ho risolto nulla. Proverò comunque a sentire un'ulteriore parere.

Grazie per il consulto.

Cordialmente.
[#3] dopo  
Dr. Lucio Pennetti
32% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
Gentile utente,tra gli ulteriori accorgimenti potrebbe provare a non bere ne prima n'è durante i pasti(ma circa 30 minuti dopo),masticare molto lentamente,non assumere cibi dolci .Se la diarrea interviene subito dopo i pasti,provi a distendersi ma con il capo sollevato per circa 15 minuti dopo pranzo e cena.Se tutto risulta inutile,esegua esame culturale e chimico fisico delle feci(la presenza di grassi indigeriti potrebbe orientare su una carenza di enzimi pancreatici e quindi da assumere).Cio' presuppone comunque che dimensione di tasca gastrica e lunghezza del tratto intestinale escluso siano adeguati.
Saluti