Utente 169XXX
Gentili Dottori, da un anno circa soffro di apnea notturna. Per potere dormire, devo stare girato sul fianco destro, altrimenti dopo pochi secondi che ho preso sonno mi sveglio improvvisamente per mancanza di aria. Ho necessita' in questi giorni di effettuare una gastroscopia e non so come fare. L'ultima la ho fatta 6 anni fa e non soffrivo di apnea, in quella occasione mi fu fatta una sedazione con il valium. Sono preoccupato riguardo il fatto di non potere respirare e, d'altra parte, per me e' impossibile essere sottoposto a gastroscopia senza sedazione. In questi casi come ci si regola? Grazie infinite per le risposte.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Luigi Stella
32% attività
4% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2012
Buongiorno,
non è facile rispondere poichè le cause di apnea notturna possono essere molte e ciascuna ha una diversa necessità di trattamento .
Se si tratta di una lassità del palato molle e/o ipertrofia del velopendulo (apnea ostruttiva) è probabilmente sufficiente l'introduzione di una cannula di Mayo per poter fare la sedazione in sicurezza. Se le cause delle apnee sono di natura non ostruttiva (cause neurogene) si dovrà invece prevedere una forma di assistenza ventilatoria.
Comunque, credo sia essenziale che alla procedura sia presente un anestesista edotto del problema.

Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 169XXX

Iscritto dal 2010
Grazie per la cortese risposta. Vorrei porre queste altre domande:
- l'introduzione della cannula di Mayo avviene attraverso la bocca? Potrebbe creare difficolta' al gastroenterologo che introduce il tubo per l'esplorazione dello stomaco?
- che cosa si intende per assistenza ventilatoria e come avviene?
- a questo punto e'necessario, prima di effettuare la gastro, chiarire presso un centro per il sonno la natura del mio problema?
- per ovviare a tutti i problemi sopra indicati, sarebbe preferibile effettuare una vera e propria anestesia o tali problemi esisterrbbero comunque, nel senso che bisogna chiarire prima la causa dell'apnea?
- se io utilizzassi quella mascherina che soffia aria all'interno della bocca, la sedazione potrebbe essere fatta?
Mi scuso per la prolissita' delle domande e ringrazio vivamente. Cordiali saluti.
[#3] dopo  
Dr. Luigi Stella
32% attività
4% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2012
Buonasera,
L'introduzione della cannula di Mayo avviene attraverso la bocca, la sonda ottica può passare lateralmente alla cannula.
L'assistenza ventilatoria può avvenire tramite intubazione e anestesia generale.
Chiarire la causa dell'apnea e curarla adeguatamente è un obiettivo fondamentale.
Durante le apnee notturne il sangue è poco ossigenato e questo, alla lunga può produrre danni cardiaci e cerebrali o costituire un fattore di rischio per ipertensione e cardiopatie ischemiche.
[#4] dopo  
Utente 169XXX

Iscritto dal 2010
Grazie tante, Dottore, per la cortese risposta. La settimana prossima ho appuntamento presso il centro per la cura dei disturbi del sonno al Gemelli di Roma, in modo da iniziare tutta la prassi prevista per il mio disturbo. Cordiali saluti.
[#5] dopo  
Utente 169XXX

Iscritto dal 2010
Gentili Dottori, in attesa degli esiti degli accertamrnti in atto, vorrei porre una ultima domanda: considerato che riesco a respirare normalmente se sto girato su un lato, sarebbe possibile effettuare una leggera sedazione con il valium, senza cannula, con la presenza naturalmente di un anestesista che possa intervenire in caso di necessita'? Ricordo infatti che in occasione della precedente gastro stavo disteso sul lato sinistro. Grazie per la risposta.