Utente 351XXX
Salve,volevo capire in base ai miei sintomi e ai referti se il problema che ho è grave da dover operare,vi spiego cosa mi è accaduto e le diagnosi che ho fatto.
Allora quasi un mese fa dopo aver smesso di fare le flessioni in casa una ventina quanto ne faccio sempre da un anno ho accusato dopo qualche istante una mancanza di respiro ma senza dolore al petto ma che è durata qualche istante come se mi prende al centro del petto tipo piccoli colpi è durata pochissimo meno di un minuto ma anche negli anni passati avvertivo questo sintomi anche se stavo in piedi o se non facevo sforzi eccesi,dopo un po è seguita la tachicardia e dopo pressione bassa sudrazione,vista appannata,e formicolio su tte le braccia pressione 90-70 dopo un po risalita ma non sono svenuto c'era gia il medico non mi sono sdraiato però ero seduto sul divano mi ha fatto bere del the caldo con limone pensando ad una congestione visto che avevo mangiato un gelato prima ed avevo gia la pancia gonfia anche se erano le 19.00 di sera ed avevo mangiato alle 2:00 comunque la sera ho avuto solo due scariche di diarrea ma nessun dolore di pancia o vomito mi ha fatto fare prima una radiografia allo stomaco o addome con questo risultato:etg addome s. nei limiti volumetria ed echo-pattern parenchimale in assenza di focalità in atto,sistema porto-biliare fi normale calibro,colicisti dismorfica,alitiasica,reni pancreas e milza ecograficamente nei limiti.Utile edgs
Gastroscopia:introduzione agevole dello strumento,esofago morfologicamente normale,il cardias è risalito è beante per presenza di ernia gastrica iatale.Nulla di patologico allo stomaco esplorato in tutte le sue regioni,la peristalsi antropilorica è rappresentata.Nulla di patologico al bulbo ed alla seconda porzione duodenale.
Ernia iatale e mrge.Terapia 60 giorni lucen 20 mg al giorno e peridon 1 comrpessa prima dei pasti.
Ora vi chiedo visto che ho anche prenotato una colonoscopia anche se il medico dice che non serve,se c'era qualche occlusione intestinale si sarebbe gia visto da questi esami?Non avverto dolori o sangue nelle feci,vado una volta al bagno normale ma non come prima dove erano scariche più voluminose in quanto sto anche mangiando poco.Secondo voi è un tipo di ernia grave?Non è stato scritto se è da scivolamento,fissa o complicata o mista e di quanti cm è grande.Ora però a differenza di prima avverto di più pensantezza di fiato,quando cammino e quando mi piego o di notte se sto sdraiato.Il gastroenterologo mi chiese se mi sentivo svenire quando mi sentivo così li dissi che quando mangio troppo mi sento in quel modo.Ieri mentre camminavo sentivo il fiato leggermente pesante e dopo ho evvertito questa mancanza ed è come se al centro del petto si era sbloccato qualcosa e mi sono sentito meglio.Il sintomo di quel giorno dipende dall'ernia che si va ad incastrare e causa la risalita dell'addome?é questa la mia paura più grande rischio qualcosa di grave?é da operare oppure con il tempo e la cura l'ernia rientra?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Felice Cosentino
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Non sono sintomi da ernia iatale e non vedo motivi per una Colonscopia. L'ernia iatale può predisporre al reflusso gastroesofageo. Che non mi sembra sia il suo problema.


Cordialmente

[#2] dopo  
Utente 351XXX

Iscritto dal 2014
Dottore la ringrazio per tempestiva risposta ma allora qual'è la spiegazione alla mia mancanza di aria improvvisa appena faccio un movimento,quando mi piego,quando cerco di tirare fuori del catarro è come se qualcosa risalisse verso la gabbia toracica e proprio al centro del petto sento non dolore ne fitte ne bruciore e se avverto qualche fitta è lieve durante il giorno mi toglie il fiato per un attimo e dopo finisce,ma quel giorno durò più del solito ovviamente la paura fu tanta e la reazione fu quella descritta sopra.
Anche quando avvolte fumavo la sigaretta elettronica dopo un po sentivo questo sintomi,infatti quel giorno avevo stomaco gonfio mangiai un gelato feci 4 5 tiri alla sigaretta ellettronica e dopo le flessioni,anche altre volte quando facevo esercizi dove sforzavo i pettorali avvertivo il sintomo ma lieve ma quel giorno fu per me uno spavento.
Ci tengo a precisare che il medico curante ma ha fatto prendere per 6 mesi xanax da 0,75 mg al giorno,che io stesso ho scalato in 3-4 mesi forse un po troppo in fretta ma nei mesi succesivi cioè febbraio marzo aprile di quest'anno non ho avvertito nessun sintomo di astinenza da farmaco ho ripreso a maggio un mese con 0,50 mg al giorno ed ho scalato in 15-20 giorni e dopo una 10 giorni ho avvertito questo sintomo.
Io però mi accorgo che quando mi metto nel letto devo stare alzato con due cuscini altrimenti sento che mi sale come una forte pressione alla testa e mancanza di fiato che mi fa spaventare,anche quando mangio ho la sensazione di svenire di come se la circolazione risalisse verso le tempi e mi viene un live dolore alla testa.Una cosa è certa ora la digestione non è più come prima solo ieri sera non ho sentito il pesantore ed ho digerito bene però vado in bagno una volta al giorno ed espello pochi escrementi,questa mattina che avevo il sintomo non sono andato e appena finito di pranzare sono stato dinuovo male tre ore per digerire poca roba e per defacare ho dovuto sforzarmi un po.
Se elettrocardiogramma ecocardiogramma,ecografia dell'addome sono risultati nella norma solo lieve rigurgito mitralico e se non sbaglio piccola insufficienza dell'aorta ma non ho letto bene il caridologo mi dice che non ho nulla e posso anche fare sport,come faccio io se con un piccolo sforzo ho questa sensazione?
Se cera un riversamento di liquidi nei polmoni o di acidi risultava un elttrocardiogramma diverso e un radiografia diversa giusto?Allora escludendo pleuriti o accumili di acidi nelle pareti alte respiratorie,di cosa può trattarsi?
Veramente ansia e stress?Allora dottore anche mi scusi il termine durante la masturbazione mi sono accorto se sto troppo piegato avverto il sintomo,è una questione di sforzo di ernia che va ad occludere l'esofago e se così fosse questo tipo di ernia che ho può ritirarsi nel giro di due tre mesi con la cura che sto facendo o devo fare una radiografia al torace un RX per vedere bene la situazione dell'ernia e se il caso ce un operazione che mi faccia tornare come prima?
Voi dite che non vi sembra che il reflusso sia il mio problema e nemmeno l'ernia però quando mangio mentr mangio erutto molto ed ho difficoltà a digerire e questi sono sintomi dell'ernia iatale giusto?
Dottore la prego non so cosa pensare sto impazzendo,quando rientro a casa penso che se mangio riesco a stare meglio però dopo si mette la digestione,poi quando cammino avverto quel sintomo se mi piego di piu di prima,l'altro giorno ho bevuto un succo e mi ha corroso l'esofago e per digerirlo ce ne voluto,allora se questi non sono sintomi da esofagite?
La prego mi riesce ad inquadrare la situazione e cercare di rasserenarmi che non rischio come quel giorno un vero e proprio bloccho respiratorio?Questa è la mia paura e che il senso di gonfiore e la mal digestione con il passare dei mesi si riesca a curare,che il cardias ritorni al suo posto,grazie e mi scusi se mi sono dilungato ma sono situazione veramente difficili da gestire e si cerca sempre un aiuto in uno specialista come del vostro canto lo siete voi.
[#3] dopo  
Dr. Felice Cosentino
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Ha descritto molto bene i suoi disturbi che non sono però inquadrabili in una malattia organica. È così purtroppo. Dico purtroppo perché é facile curare un reale disturbo digestivo mentre risulta più difficile gestire una forma del genere, di tipo funzionale e legata ad un forte fattore ansiogeno.

Ecco i sintomi fisici del disturbo d'Ansia.


http://www.medicitalia.it/minforma/psicologia/1064-corpo-va-ansia-sintomi-fisici-disturbi.html



[#4] dopo  
Utente 351XXX

Iscritto dal 2014
Allora inquadrando bene la situazione io penso che oltre ad un fattore ansiogeno che ce e di livello psicosomatico che non è da escludere,perchè se appena mangio finisco di mangiare mi sento pesante e mi sento svenire vuol dire o che si tratta di pressione oppure somatizzo quel sintomo che ho avuto il giorno dell'accaduto,oppure ancora il medico quel giorno non i fece stendere anche perchè quando arrivo io ero seduto sul divano a gambe distese verso terra e le braccia spalancate sul divano e sentivo perfettamente la pressione che scendeva e la debolezza allora mi viene da pensare può essere una di queste anche la causa che non avendomi fatto sdraiare in posizione supina ora ne risento quando gli organi compiono uno sforzo eccessivo o che sia digestione o altro?
Però resta il fatto che anche quando vado in bagno e mi sforzo perchè ora non riesco più ad andare come prima o meglio lo stimolo prima era molto più veloce appena finivo di mangiare o se tiravo qualche tiro alla sigaretta elettronica o se prendevo qualsiasi cosa che poteva stimolare il corpo anche un liquore o un caffè ma anche senza questi avevo lo stimolo immediato,ora invece devo sforzarmi un po ma livemente avvero sempre lungo il tratto digerente o meglio al centro del petto questo spasmo che forse contrae i muscoli respiratori,oppure è lo stomaco troppo in su che va abttere con la cassa toracica e sbatte e a contatto con le vie respiratorie mi fa questo scherzo?
Mi conviene fare un RX al torace una TAC o una risonanza per evindeziare meglio gli organi se sono sovrapposti uno all'altro se sono troppo vicini a causa di tutti questi anni a furia di avere posture sbagliate nel sedermi e nel maggior tempo della giornata passata cosi in modo piegato su una sedia?Può essere?
E se così fosse è un problema grave?Può risolversi?
Comunque prima di questo al mattina parecchie volte mi alzavo con un quantità di muco esagerata che mi bloccava la parte destra del naso essendo deviato ma mi faceva sentire anche l'acqua nelle orecchie e mi bastava inserire della carta dentro che sembra si osturasse,ed in questi giorni risento un po il muco che mi risale dalla gola e l'abbassamento di voce leggero che è sintomo dell'esofagite e il nodo in gola in questi giorni lo avverto molto molto dimeno anche dopo mangiato,vuol dire che il cardias si sta risanando,sta tornando alla sua normalità?
A mezzogiorno il pensiero che mi assilla e il fatto che mi alzo un po tardi proprio per riposare e non pensarci mangio di meno e digerisco letamente ci vogliono 2 ore per sentirmi meglio,la sera invece che esco mi muovo di più prendo il peridon due ore prima di cenare mi vien più fame e appena finisco non avverto il peso sullo stomaco ma solo sulla pancia ma sto meglio diciamo cosi ma devo tenere una posizione dritta per almeno un oretta,questi sono sintomi da ernia iatale,ma sono anche segni che il cardias sta rientrando in sede?
Dottore riuscirò a guarire da questa situazione che è davvero molto difficile perchè sto scalando lo xanax mi mancano meno di 10 giorni altri due a 0,25 mg al giorno e 5-6 a meno di quest'ultima e dopo prenderò edgli integratori alimentari MP-GASTRO dove ci sono molti componenti che servono per riequilibrare l'intestino e l'apparato digerente,Calcio carbonato corallino,
Argilla bianca,magnesio carbonato,bicarbonato di sodi ,fosfati dilcolina,enzy blend da maltodestrine.Sono sostanze che mi posso aiutare nella guarigione essendo un integratore?Ed ora che sto scalando xanax non l'ho inziato a prendere ma quando finisco prenderò prima il lucen a stomaco vuoto come fatto fin ora,la amttina vero le 9 poi l'integratore e dopo posso assumere lo stesso il peridon o non va bene,visto che un medico mi disse che il peridon nella mia situazione dell'ernia andava ad accellerare lo svuotamento e mi poteva causare il fastido a livello respiratorio e mi consiglio il levobren che da quello che ho capito è come un lexil e come un ansiolitico che va a reagire sul intestino anche se ha detto di no ma non mi piace.
Il lucen il gastroenterologo mi disse che dovevo prenderlo la sera alle 22 dopo cena ovviamente la prima volta l'ho fatto ed ho trovato subito giovamento,mi ha tolto il pensatore subito ma dal giorno dopo l'ho preso di mattina a stomaco vuoto ora sono 14 giorni,ne riuscirò a trarre benefici veraemnte tra qualche mese se continuo a seguire la dieta a non mangiare molto,masticare piano,leggendo anche la dietà prescritta da lei in questo sito,riusciro?
Dottore le confesso mi sembra di non aver mai vissuto una situazione così difficile mai e ne ho passate tante,sono uscito dal tunnel della droga quando 8 anni fa assumevo 4-8 mg di buprenorfina subutex al giorno e passato a 20 cc di metadone senza uno scalaggio,un'astinenza bestiale con sensi di debolezza incredibili ma mai come quando si sviene come mi sto sentendo ora è bruttissimo.
Se ho fatto un elettrocardiogramma,il medico mi ha misurato il livello di saturazione proprio nel momento in cui stavo male quei giorni ed era 96 disse che era ottimo,i polmoni li senti bene,disse che respiravo benissimo,escludo anche una pleurite o un accumulo o risalita di acidi dallo stomaco in tutto questi anni che a dire la verità sessualmente sono bisex ed avendo avuto rapporti quasi tutti i giorni,oppure nell'atto della masturbazione ero io a che inserendo qualcosa nell'ano mi sono causato questa situazione,che di sicuro me l'ha peggiorata perchè prima di tutto questo gia avvertivo quella mancanza di aria ma prima ancora del tunnel della droga e il giorno che sono stato male lo avevo appena fatto e quando lo facevo la risalita di acido era da farmi seccare le labbra e riempirmi di aria nello stomaco,con aereofagia nei giorni seguenti e fitte e gorgogli nello intestino e avvolte anche risalita di escrementi neri acidi è tutto questa la causa?Ecco perchè pensavo ad un occlusione intestinale e ad una forte risalita di acidità nelle vie respiratorie.
Mi perdoni dottore ma più che un consulto è anche un senso di sfogo dove cerco una risposta ai miei perchè che mi stanno facendo impazzire davvero,mi eprdoni dinuovo e la ringrazio per l'attenzione.