ansia  
 
Utente 223XXX
Gentili dottori,
sono un ragazzo di 23 anni, scrivo a seguito di un problema sorto da circa 3 settimane. In pratica avverto durante la giornata come dei tuffi al petto, in particolare alla bocca dello stomaco. Quando succede avverto come un senso di vuoto nel respiro, un soffio nello stomaco, la necessità di fare subito un colpo di tosse per ristabilirmi. Mi succede il più delle volte quando assumo anche posizioni particolari da seduto o sdraiato. Conduco vita sedentaria, non bevo, non fumo, ma spesso esagero molto col caffè.
Questa cosa mi provoca un pò d'ansia quando si verifica (paura, tensione, ritmo del cuore alterato per qualche secondo), perchè succede all'improvviso sia a riposo sia mentre faccio qualcosa sotto sforzo. Premetto che sono un soggetto estremamente ansioso, e che quest'anno per via della laurea universitaria ho avuto ritmi molto stressanti. Già in passato mi è capitato di gestire e risolvere particolari stati ansiosi di diversa natura, dopo una visita neurologica di base e consulti dal medico di famiglia (senza necessitare di farmaci, tranne casi eccezionali).
Ora sono in ferie da qualche giorno, e non capisco se continua a trattarsi semplicemente d'ansia o se si tratta di gastrite, asma, cuore o cos'altro.
Ho come l'impressione che più ci penso e più il fenomeno si verifica, infatti gli stessi sintomi li ho avvertiti anche 3 o 4 mesi fa con frequenza molto più ridotta, però ignorandoli e rilassandomi sparirono senza che manco me ne accorgessi. Questa volta però non è stato così..
Di cosa potrebbe trattarsi? Consigli?

Cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Caro signore
lei ha postato una domanda nell'area non corretta... (non è un problema da cardiologia interventistica). Comunque le rispondo per tranquillizzarla. Sono molto probabilmente delle banali extrasistoli che vengono facilitate sia dall'ansia che dall'uso di sostenze eccitanti (il caffè è una di quelle). Non c'è motivo di preoccuparsi. Se dovessero persistere può fare un Holter ECG delle 24 h.
Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 223XXX

Iscritto dal 2011
Gentile dottore,
mi scuso per l'errore, e la ringrazio per la cortese risposta.
Cercherò allora di rilassarmi e moderare lo stile di vita durante questo periodo di ferie.
Eventualmente mi recherò dal medico di famiglia per accertamenti.

Cordiali Saluti