Utente 130XXX
Buongiorno ho 37 anni sono sposato con un bimbo di 2 anni e mezzo. Circa da febbraio sto vivendo una situazione difficile nel senso che ho difficoltà a raggiungere erezione. Le volte che abbiamo fatto seeso l'erezione la ho raggiunta a fatica e dopo tante ed estenuanti stimolazioni. Ci piacerebbe avere un secondo figlio tra l'altro. Ho molta ansia e parto già sfiduciato. Tra latro ci penso quasi tutto il giorno. Ultimamente è peggiorato nel senso che davvero l'erezione e' difficoltosa. Pensavamo che fosse rimasta incinta ma era solo un ritardo. Se può interessare sono ij cura ipertensiva in quanto pazientecon ipertensione famigliare ad alta renina. Ho un rene grinzo. Prendo triatec libradin e dilatrend oltre allopurinolo. Questo da marzo scorso quindi quasi un annoprima dell'insorgere dei miei problemi sessuali. La pressione va beneanzi a volte un po bassina.

Cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
i farmasci per ipetensione portano alla luce un problema erettile di qualsiasi origine preesistente ai farmaci stessi ma non ancora clinicamente evidente. Srenta bravo collega che il suo potrebbe avere cause vascolari, neurologiche, prostatiche, psicologiche e ormonali. Ogni causa ha terapia adatta.
[#2] dopo  
Utente 130XXX

Iscritto dal 2009
Gentile Dottore,
la ringrazio. Quindi ci può stare che il problema si sia manifestato anche dopo quasi un anno che avevo cominciato ad assumere farmaci ipertensivi? Certo anche prima ogni tanto era successo ma non come ora.
E di sicuro forse la mia ansia non aiuta.


Cordiali saluti.
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Direi vista l' insorgenza che i farmaci proprio non c' entrano. L' ansia non aiuta mai.
[#4] dopo  
Utente 130XXX

Iscritto dal 2009
Gentile Dottore,
dopo visita andrologia ad inizio agosto ove non è stato riscontrato nulla di particolare il dottore mi ha dato CIALIS 5 MG a giorni alternati e devo dire che il tutto è molto migliorato. Dopo visita di consulto una settimana fa mi ha detto di continuare a prenderlo per un altro mesetto e poi cominciare una volta ogni tre giorni. Nel frattempo ho intrapreso un percorso di terapia con un sessuologo.
La mia domanda è questa. Visti i farmaci che prendo per l'ipertensione e il mio deficit renale causa rene grinzo(creatinina attuale 1,83) il farmaco può dare problemi per la pressione o altri?

L'andrologo che mi ha visitato non ne ha accennato ma avrei bisogno di un suo parere.

Cordiali saluti.
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
La sua creatinina è buona, e comunque se sorpassa i 2 - 2,5 parli col collega per ridosare in basso il farmaco
[#6] dopo  
Utente 130XXX

Iscritto dal 2009
Benissimo.
Invece per quanto riguarda la pressione possono esserci problematiche?

Cordiali saluti.
[#7] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
no mai.
[#8] dopo  
Utente 130XXX

Iscritto dal 2009
Gentile Dottore, le volevo chiedere se il cialis fa sempre effetto. Dopo un primo mese molto positivo ora a volte non sento grandissimi benefici, o almeno non sempre. Prendo la dose 5mg a giorni alterni. Cordiali saluti.
[#9] dopo  
Utente 130XXX

Iscritto dal 2009
Gentile dottore, solo una informazione. Da ultime analisi del sangue la creatinina è 2.07 dai precedenti 1.82 di marzo(anche in quel caso venivo da un 2.07). Le volevo chiedere se ciò può in qualche modo essere ricondotto al cialis 5 mg a giorni alterni che sto assumendo da inizio agosto. Cordiali saluti