Utente 354XXX
Salve, ho 47 anni, poichè soffrivo di deficit erettile accompagnati da dolori/fastidi all'asta del pene, l'anno scorso mi sono sottoposto a visita andrologica e l'andrologo, dopo approfonditi esami, riscontrò una fibrosi peniena con leggera calcificazione e conseguente compromissione del meccanismo veno-occlusivo. Mi prescrisse una terapia a base di propionil carnitina ( 2 compresse al dì da 500 mg per 90 giorni) e tadalafil (1 compressa da 5 mg al dì per un mese). La cura ha dato risultati soddisfacenti e da allora ho continuato a prendere una compressa al giorno di propionil carnitina da 500 mg e all'occorrenza, nei periodi di maggior stress e stanchezza (con aumento del tono adrenergico) il tadalafil da 20 mg in quanto riscontro notevoli benefici. Volevo sapere soprattutto se l'uso prolungato della carnitina può causare effetti collaterali dannosi.
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mario De Siati
32% attività
20% attualità
16% socialità
ALTAMURA (BA)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2000
La Propionil carnitina non ha controindicazioni particolari e un dosaggio di 500 mg può essere preso senza alcun problema anche per lunghi periodi di tempo. cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 354XXX

Iscritto dal 2014
Grazie per la risposta puntuale e tempestiva.