Utente 352XXX
Buonasera sono una ragazza di 23 anni,quasi tre mesi fa ho subito un incidente stradale, la diagnosi é stata: frattura somatica chiusa stabile d6 e muro posteriore integro,deformazione a cuneo del soma d5 con apparente continuitá del muro posteriore.ora a quasi 3 mesi dall' incidente l' ortopedico mi ha detto di levarmi il busto gradualmente...dopo avermi fatto una visita con tastamento delle vertebre e giramenti del collo..il mio problema é che la sensibilitá sulle caviglie e dita dei piedi é ridotta sento di meno il caldo e il freddo...ho continui tremolii muscolari dappertutto...e se mi alzo e sto in piedi o seduta più di un ora sento formicolio alle braccia ma diverse l' una dall'altra..del tipo a sinistra parte un dolore(non sempre) ascellare con una sensazione di congelamento, per poi formicolio che poi passa...invece a destra formicolio con sensibilità ma fastidioso dal pollice in tutta la mano...quando mi stendo passa... dovrò fare un elettromiografia agli arti superiori...ma nel frattempo che aspetto da cosa potrebbe dipendere? Potrò rimanere paralizzata? O perdere del tutto la sensibilità? Naturalmente seguirò cio che mi dirá l' ortopedico...ma nel frattempo potete darmi un idea sulle possibili cause? Mi sto esaurendo nel vero senso della parola ..ho paura di avere danni permanenti o ancora peggio di svegliarmi la mattina e non riuscire più a muovermi....attend vostre risposte grazie in anticipo..cordiali saluti
[#1] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
12% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
I disturbi agli arti superiori non sono in nessun rapporto con la frattura di D5 e D6 per cui cominci a stare più tranquilla perché anche l'ansia contribuisce a percepire di più e quindi amplificare alcuni disturbi. Le suggerisco anche una visita neurologica per una valutazione complessiva di un problema che verosimilmente non è di competenza ortopedica.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 352XXX

Iscritto dal 2014
La ringrazio d cuore per la sua risposta e la disponibilitá....e per le gambe invece? Non c' é alcun pericolo di sviluppare paralisi a 2 mesi dal trauma? La ringrazio ancora
[#3] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
12% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Si possono avere formicolii o dolori ma non certo...paralisi! Se in linea del tutto teorica una frattura vertebrale dorsale può dare problemi agli arti inferiori, non è assolutamente automatico che qualsiasi disturbo agli arti inferiori sia da attribuire alla frattura. Per questo ho suggerito anche la visita neurologica.
Ci tenga aggiornati se lo desidera.
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 352XXX

Iscritto dal 2014
Grazie infinite vi terrò aggiornati sicuramente cordiali saluti
[#5] dopo  
Utente 352XXX

Iscritto dal 2014
Buonasera di nuovo, vi scrivo per chiedervi una piccola traduzione,scusate il disturbo..oggi ho ritirato la risonanza magnetica e l' esito é: regolare allineamento dei metameri vertebrali.
Esito di frattura discosomatica d6 con lieve deformazione a lente biconcava: muro post regolare.
Modesto infossamento della limitante somatica superiore d5 per esito di frattura discosomatica: muro post regolare...diametri canalari regolari....regolari i rapporti discosomatici CDl.
Midollo spinale cervicale,dorsale,lombare senza alterazioni del segnale.piani perivertebrali regolari.....significa che le fratture si sono calcificate? Hanno cambiato forma,prima la d6 aveva lieve deformazione a rochetto...e oltretutto erano fratture somatiche,che differenza c' é? Scusate ancora il disturbo ma vedrò il mio ortopedico tra 2 settimane e ho l' ansia addosso..tra il sapere e non sapere se sono guarite....anche perché guardando la lastra della rmn si vede una spaccatura nera sulla d6 che sulle altre immagini della d6 non c' é....cordiali saluti vi ringrazio in anticipo
[#6] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
12% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
A parte che non conosco il motivo per cui ha fatto una RMN di TUTTO il rachide (! ) per la frattura di 2 vertebre dorsali, il referto per come trascritto non fornisce informazioni sulla guarigione delle fratture, se non indirettamente parlando di "esiti", tuttavia il tempo trascorso dal trauma fa ipotizzare che le fratture siano guarite da tempo. La descrizione della forma delle vertebre non differisce dalla precedente, ma per sapere se è invariata o peggiorata bisogna confrontare le immagini. Lo farà l'ortopedico, che le spiegherà se e come sono consolidate le fratture, e anche cosa è la "spaccatura nera". Non so come possa pensare di poter guardare una RMN e di poter leggere le immagini : posso capire l'ansia ma non crede che ci voglia una competenza specifica per farlo, frutto di anni di studio, di conoscenza dell'anatomia normale e di quella patologica, della fisica, e di esperienza pratica? Se la sentirebbe di esprimere un parere su un antico papiro egizio? Ancora un po' di pazienza e fra un paio di settimane avrà tutte le risposte che cerca. Si ricordi di portare all'ortopedico anche il CD delle immagini.
Cordiali saluti
[#7] dopo  
Utente 352XXX

Iscritto dal 2014
Purtroppo dove abito io sono molto lenti con le prenotazioni delle visite infatti a breve se non la spostano di nuovo dovrei fare l' elettromiografia...l' ortopedico mi ha prescritto la risonanza visto la dinamica dell' incidente...perché ho dolori a seconda dei movimeti a livello lombare e cervicale...ho guardato la risonanza perché la curiositá era troppa...io naturalmente non sono un medico, e non capisco nulla di medicina non mi paragono assolutamente ai medici ,perché sono un incompetente in campo....mi limito a guardare le immagini e vedere se secondo me può esserci qualcosa di diverso intanto che aspetto ,mi sono allarmata non sapendo la differenza tra frattura somatica e discosomatica e deformazione a rochetto e a lente biconcava....mi scuso se sono sembrata impertinente,vi ringrazio per la vostra disponibilitá.............e per le risposte fornite...cordiali saluti..