Utente 353XXX
salve, operato 45 gioni fa per adenomacarcinoso infiltrante la sottomcosa a 26 cm dall'ano in laparo.
chi ha eseguito la colonscopia e la rimozione del polipo, non ha marcato il sito e quindi un giorno prima dell'operazione mi hanno dovuto fare unìaltra colonscopia devastandomi come degli ossessi su e giu' per oltre un'ora perché non trovavano il punto ovviamente già cicatrizzato!!
alla fine, hanno fatto finta di vederlo ( sotto mia indicazione....!!) e lo hanno marcato.
il chirurgo, forse per eccessiva precauzione ha resecato una parte molto lunga del colon, congiungendolo a 12 cm. dall'ano.
ho sempre avuto dolori e fastidi a vescica, prostata e testicoli, ho fatto parecchi esami tutti risultanti negativi, ma i sintomi persistono.
può essere una conseguenza dell'intervento ancora dopo tanto tempo?

l'evacuazione è molto strana con episodi di stitichezza ed altri anche di 10 al giorno - feci mediamente composte e mai diarrea, ma la sensazione è di avere sempre lo stimolo e di non riuscire mai a finire l'evacuazione.

è normale tutto ciò? passerà?

grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Michele Malerba
24% attività
12% attualità
12% socialità
TERMOLI (CB)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2014
Prenota una visita specialistica
Gentile utente, non si preoccupi perché il chirurgo ha fatto la resezione colica più appropriata per il suo caso : ovvero un ' emicolectomia sin per un adenocarcinoma infiltrante la sottomucosa situato a 26 cm dall'ano e quindi del sigma .Pertanto quella che a Lei sembra una resezione del colon molto più lunga verso il basso, in realtà è normale in quanto ha confezionato l'anastomosi con il retto a 12 cm dall'ano , ovvero sul retto superiore-medio come è la prassi di tecnica in questi casi.
Per quanto riguarda i fastidi e dolori alla vescica e prostata le consiglio una visita urologica per escludere patologie settoriali pur potendo essere anche la conseguenza del probabile utilizzo del catetere vescicale durante e dopo l'intervento chirurgico.
Gli altri disturbi di evacuazione possono starci e miglioreranno con il tempo, salvo controllare la normale pervietà e ampiezza dell'anastomosi colo-rettale potendo questa andare incontro a restringimento.
Disponibile per ulteriori chiarimenti invio distinti saluti.
[#2] dopo  
Utente 353XXX

Iscritto dal 2014
La ringrazio per la celere risposta; ho già fatto una serie di esami urologici ( dito, urine ed eco ) tutti risultati nella norma, ma il dolore/fastidio persiste ancora oggi.
[#3] dopo  
Dr. Michele Malerba
24% attività
12% attualità
12% socialità
TERMOLI (CB)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2014
Ma ha fatto la visita urologica? Cosa le ha detto lo l'urologo? Perchè come li riporta sono sintomi molto generici che vanno interpretati e inquadrati nel settore più appropriato.
Distinti saluti.