Utente 741XXX
Ho un problema da 2 mesi a questa parte, e chiedo prima consiglio a voi perchè sinceramente non so neanche da quale specialista devo andare per il mio problema!
Da un anno a questa parte ho riniziato a studiare all'università e quindi sono abbastanza stressata, a novembre ho iniziato ad avere scatti alla mandibola quando mangiavo la mela con la buccia, a giugno un mattino mi sveglio con un male all'articolazione sinistra della mandibola che saliva fino alla tempia. Ora è da un paio di mesi che devo mangiare la frutta tagliandola perchè se apro troppo la bocca inizia a farmi male la parte sinistra dove più o meno si trova l'articolazione della mandibola, l'altra notte per caso mi sono svegliata di scatto e stavo sfregando i denti davanti indietro e avanti, appena me ne sono accorta ho cercato di aprire la bocca di scatto, ma ho sentito un "fulmine" alla parte sinistra che andava fino alla tempia, cosa può essere? e sopratutto siccome so che una consulenza virtuale è impossibile a chi mi devo rivolgere per questo problema? Io ho un dentista che mi segue da quando ho 9 anni devo andare da lui siccome conosce tutta "la mia storia passata in bocca"?
Vi ringrazio per la pazienza e complimenti per il sito.
Cordiali saluti

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Angelo Raffaele Izzi
24% attività
4% attualità
12% socialità
LAINATE (MI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2008
Gentile utente 74156,
da quanto descrive , ritengo sia affetta da una sofferenza dell'articolazione temporo mandibolare.
I disordini dell'ATM si descrivono in tre categorie principali:

1. Dolore miofasciale
Quando è interessata prevalentemente la componente muscolare dell'apparato masticatorio, è la forma più comune di disordine cranio-mandibolare costituito da disagio o dolore nei muscoli che controllano i movimenti della mandibola, talvolta irradiato nei muscoli del collo e delle spalle.

2. patologia delle ATM

a. Disfunzione intrarticolare
Intendendo con ciò una situazione di incoordinamento tra il condilo e il disco articolare.



3. Patologie dento parodontali e/o occlusionali.

Queste condizioni possono essere presenti singolarmente, oppure variamente sovrapposte. Eviti i movimenti estremi della mandibola (sbadigli, ecc..), cercando di mangiare cibi di consistenza soffice, evitando abitudini viziate quali mangiarsi le unghia, morsicare le penne, (onicofagia). A volte può essere di supporto una terapia volta a ridurre lo stress, o l'imparare tecniche di autorilassamento.
Il Suo dentista o eventuale gnatologo, può prendere in considerazione di applicare un dispositivo orale ,detto "BITE", costituito da una placca di plastica trasparente che si adatta ai denti dell'arcata superiore o inferiore. Questa placca può aiutare a ridurre il serramento o il digrignamento dei denti, riducendo quindi la tensione muscolare, oppure può riposizionare il disco articolare nei casi in cui questo sia dislocato.
[#2] dopo  
Dr. Dario Spinelli
36% attività
16% attualità
16% socialità
SANTERAMO IN COLLE (BA)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Si può rivolgere al suo dentista e/o ad uno specialista in ottodonzia e gnatologia. Dalla descrizione sembra che la causa principale del uo disturbo sia il bruxismo notturno che lei stessa ha ben descritto.
Normalmente la terapia diqueste situazioni è rappresentata da un bite notturno di rilassamento, ma qui entriamo in particolari della terapia che richiedono prima almeno la visita alla poltrona e un'accurata anamnesi e in alcuni casi anche degli esami strumentali.
Dato il periodo le consiglio di recarsi subito dal dentista per provare eventualmente a cominciare la terapia prima delle ferie, dato che questi disturbi difficilmente scompaiono in tempi brevi da soli o con il solo aiuto dei farmaci.
[#3] dopo  
Dr. Giuseppe Oscar Muraca
40% attività
16% attualità
20% socialità
AMANTEA (CS)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Cara Utente, deve effettuare una visita gnatologica, in quanto il suo è un problema articolare (da quello che scrive trattasi con molta probabilità di incoordinazione condilo-discale sx). Il suo odontoiatra pratica la gnatologia? Se si si sffidi a lui oppure si faccia indicare qualche collega che si occupi di questa branca.


A presto e... si sbrighi perchè siamo in prossimità delle ferie
[#4] dopo  
Utente 741XXX

Iscritto dal 2008
Vi ringrazio per i consigli, appena ho letto le vostre risposte ho chiamato il dentista, purtroppo, visto il periodo avrò la visita a settembre.Fortunatamente lavora in un reparto maxillo facciale, appena spiegati i sintomi ha detto che prima mi vede e poi mi manderà da un suo collega esperto. Vi farò sapere appena mi avrà visitata.
Grazie mille per i vostri consigli e complimenti per il sito!