Utente 354XXX
Gentili dottori,

sono ormai anni che lamento, circa 7/8 volte all'anno con frequenza casuale, degli episodi in cui ho dei sintomi molto simili a quelli influenzali, però senza febbre (anzi, se la misuro è sempre molto bassa). Sostanzialmente mi iniziano a bruciare gli occhi, spesso anche la gola (non dolore a deglutire, proprio bruciore del cavo orale), il tutto accompagnato da una sensazione di malessere e stanchezza importante. Riesco ad esempio ad andare al lavoro (lavoro in d'ufficio) ma non vedo l'ora di tornare a casa la sera per buttarmi a letto e riposare; mi sento come una batteria che si ricarica in modo molto lento e appena cerco di fare qualche attività mi scarico subito. Il malessere dura da un minimo di 2/3gg al massimo una settimana e non riesco in alcun modo ad associare questi episodi a qualche cosa in particolare (ad esempio a del cibo che mangio, piuttosto che un colpo di freddo ecc). In inverno, durante questi periodi, mi capita di avere molti brividi, l'estate viceversa, sudo con molta facilità. Il tutto è iniziato circa una decina di anni fa o poco più (ora ho 32 anni); non ne sono certo ma dopo aver fatto una varicella (erano anni che non mi ammalavo e non mi veniva febbre) sono iniziati questi episodi di malessere. Noto che durante il malessere il bianco degli occhi tende a diventare giallastro (non molto, ma si vede che non è proprio bianco bianco).
Per il resto, quando non sono in questi momenti, sto molto bene, pratico sport (bici e corsa), sono donatore, non fumo e bevo alcol moderatamente.
Sono allergico alle graminacee nel periodo primaverile (ma l'allergia da graminacee è tutt'altra cosa, bruciano si gli occhi ma in modo diverso, non li sento pensanti e non ho malessere generalizzato). Soffro saltuariamente di episodi di candida (anche la mia partner, la stessa da 15 anni), che curiamo entrambi con crema dedicata all'occorrenza.
Sono stato operato 3 anni fa di tonsillectomia (lamentavo spesso tonsilliti).
Ne ho parlato più volte con il mio medico, abbiamo fatto in passato i classici esami del sangue, della tiroide ecc ma non è mai emerso nulla di particolare.
Vi chiedo aiuto perché sono davvero stufo e soprattutto mi sento del tutto impotente di fronte a questo subdolo malessere che mi continua a tormentare.
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
L'unico modo per cominciare a fare chiarezza è rivalutare la propria condizione, nel momento in cui i sintomi si ripresentano, mediante visita una visita specialistica immunologica; in tale occasione sarà valutata l'opportunità di sottoporsi ad eventuali ulteriori indagini o consulti.
Saluti,