Utente 763XXX
Ciao a tutti, ho un problema di bromidosi alquanto fastidioso. quando mangio dei tipi di pesce, faccio un odore che invado la stanza, l'odore che emano è proprio di pesce ma andato a male,(così mi dicono perchè io non lo sento). non mi possono stare vicini e non posso toccare niente perchè il mio odore rimane sull'oggetto. sono stata parecchi anni senza toccare certi tipi di pesce, gamberi, seppie, tutti quelli con la lisca, insomma solo le cozze riesco a mangiare, ma in una corretta alimentazione il pesce dovrebbe esserci, ora siccome il mio problema non è tanto rinunciare al pesce, che comunque posso anche fare a meno, ma trovare la soluzione al problema. molti dermatologi mi hanno detto che non c'è soluzione, ho provato tutti i tipi di creme possibili e immaginabili, ma peggio, più mi metto creme, più si sente perchè si confonde con il profumo.non mangiando il pesce il problema si risolve in parte, perchè comunque tendo a sudare tanto, quando succede l'odore un pò si sente, non ai livelli di quando mangio pesce, però si sente. ora voi cosa mi consigliate? CI STO' A FARMI SPERIMENTARE naturalmente in modo non nocivo perchè non ne posso più.
grazie a tutti
[#1] dopo  
Dr. Antonio Del Sorbo
28% attività
4% attualità
12% socialità
SCAFATI (SA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
Il caratteristico odore di pesce della pelle è dovuto alla presenza di una sostanza denominata trimetilamina. In alcuni casi questa sostanza viene prodotta dalla degradazione del sudore ad opera di batteri (bromidrosi ascellare apocrina), specie se associata a tricomicosi ascellare (piccoli ammassi giallastri sui peli ascellari, dovuti alla presenza del Corynebacterium tenuis). Nella maggior parte dei casi non dipende dall'igiene personale tranne nei casi in cui coesiste la tricomicosi. Esistono poi delle vere e proprie disfunzioni metaboliche, come la sindrome da odore di pesce, in cui la suddetta sostanza responsabile dell'odore di pesce (trimetilamina) viene eliminata attraverso il sudore perché non degradata per via epatica. L'assunzione di cibi ricchi di colina (es: pesce, uova, fagioli, etc) produce quantità maggiori di trimetilamina, con maggiore escrezione nel sudore e caratteristico odore di pesce. Normalmente nel fegato di tutti noi, vi è un enzima denominato Flavina Mono Ossigenasi (FMO3) in grado di trasformare la fastidiosissima trimetilamina, in una sostanza inodore denominata trimetilamina N-ossidata (TMAO). Questo meccanismo di ossidazione della trimetilamina non sempre è così efficiente e l'organismo in alcuni situazioni (es. in caso di un gene difettoso per l'enzima FMO3) assegna il compito di eliminare tale sostanza maleodorante ad altri organi, come la cute (sudore che odora di pesce) e i polmoni (alito che odora di pesce). Quando questo fenomeno si verifica esclusivamente alle zone intime (genitali con odore di pesce marcio) la causa più frequente di cattivo odore è l'infezione da Gardnerella vaginalis. Viste le diverse cause di questo problema, una visita specialistica accurata presso il Dermatologo a Lei più vicino permetterà di giungere ad una diagnosi precisa (es: bromidrosi ascellare apocrina, tricomicosi ascellare, eritrasma, etc) e di programmare una terapia mirata. Anche nel sospetto di eventuali patologie del metabolismo, il medico al momento della visita, potrà avvalersi in base alla situazione in atto, della preziosa consulenza di specialisti di altra branca, per un approccio multidisciplinare a tale patologia (es: dermatologo, medico internista, etc). Cordiali saluti e in bocca al lupo.
[#2] dopo  
Utente 763XXX

Iscritto dal 2008
Grazie mille dottore per la tempestiva risposta, siccome nella mia provincia, Lecce, ho avuto modo di farmi visitare da diversi medici, dall'endogrinologo al ginecologo, dall'allergologo a molti dermatologi , ma nessuno ha saputo darmi una cura, anzi mi scaricavano uno all'altro dicendomi che non era il loro campo, poi una dermatologa mi ha detto il nome del problema, ma la cura INESISTENTE, solo creme, lavande, saponi, insomma, niente ho arricchito la farmacia e basta. Ora mi ritrovo a passarmi sotto le ascelle e sui palmi delle mani l'alcool puro per attenuare l'odore, perchè anche se non c'è come quando mangio il pesce, mi è rimasta la "paura" di puzzare, naturalmente me l'ha consigliato una dottoressa di Ravenna. però non posso andare avanti una vita così, lei potrebbe prendere in cura il mio caso? oppure qualcuno a cui affidarmi nelle vicinanze? Grazie mille mille mille