Utente 353XXX
Buonasera, volevo chiedere un consulto per mio marito che ha 38 anni e da 2 mesi e mezzo riferisce un calo del desiderio in seguito agli esami del sangue risulta essere a 3.31.
Ha subito un forte stress emotivo che gli ha causato un grave insonnia circa 1 ora di sonno per notte per circa 3 settimane. Ora in fase di risoluzione, premetto che ha erezioni che gli permettono rapporti completi riferisce di avere "voglia mentale" ma sente che gli manca la spinta di prima.
Il testosterone può diminuire in caso di forte stress prolungato e grave insonnia?
Esiste la possibilità che abbassando stress ed ansia e migliorando il sonno il T torni ad aumentare da solo?
Fatto ecocolordoppler penieno che è risultato perfetto, prostata ok esami sangue ok solo T al limite del valore minimo.
Grazie serena

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Cara lettrice,

il fatto che suo marito abbia valide erezioni e sia in grado di avere rapporti penetrativi escluderebbe l'esistenza di significative alterazioni ormonali.
E' chiaro che dopo un periodo di stress, di insonnia....ci possa essere poca motivazione a trovare la voglia di avere rapporti sessuali.
Cerchi di aiutarlo, da donna, non lo stressi con richieste eccessive e magari parlatene con un andrologo una volta risolta la situazione stress-sonno
cari saluti
[#2] dopo  
Utente 353XXX

Iscritto dal 2014
La ringrazio veramente tanto, io sono realmente convinta che lui non abbia alcun problema ma si è praticamente fissato di avere problemi di impotenz, tanto da causargli forte ansia ed insonnia.
Comunque il fatto che lei mi abbia detto che tutto questo può anche essere causato da un forte stress ci tranquillizza molto.
Grazie mille
Serena