Utente 211XXX
Salve, sono un cantante semi-professionista da più di 5 mesi ormai in una cattiva condizione vocale. Seguito da un foniatra, sono state riscontrate tracce di reflusso, ma nonostante le cure per il reflusso (alimentazione e sciroppo anti-reflusso) persistono velature di catarro nelle mie corde vocali. Così si è ipotizzato ci fosse un'allergia e dopo una visita difatti sono risultato allergico alla polvere e alle graminacee. Sono poi tornato dal foniatra che mi ha detto che attribuisce all'allergia alla polvere, se pur lieve, la causa della mia cattiva condizione vocale, ma mi ha sconsigliato antistaminici, che causano secchezza e spray nasali. Mi ha così detto di tornare nuovamente dall'allergologo per trovare un'adeguata cura, ma alla ASL non sono disponibili visite prima di Ottobre ed io a Settembre devo necessariamente cantare per obblighi contrattuali e vorrei essere in forma.
Ho ritrovato però un foglio scritto dall'allergologò che mi visitò in cui mi consigliava di prendere per 20 giorni Avamys spray. Può darmi qualche giovamento per l'allergia alla polvere o anche questo può soltanto seccare ancor più le mie corde vocali?
io non ho particolari problemi di naso che cola, starnuti massimo 1 al giorno, ma il foniatra mi ha detto che anche se lievi l'allergia è una brutta bestia per le mie corde vocali...

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Nè gli antistaminici di ultima generazione, né gli spray nasali cortisonici sono in grado di indurre secchezza alle corde vocali.
Il trattamento dell'allergia agli acari si basa principalmente proprio su quei farmaci, oltre che sulla prevenzione ambientale e l'immunoterapia.
Saluti,
[#2] dopo  
Utente 211XXX

Iscritto dal 2011
Mi scuso per scrivere dopo tutto questo tempo, ma in questo periodo ho preso avamys spray senza troppi giovamenti sulla voce, mentre in questi giorni a causa di una tonsillite il medico mi ha prescritto Locobiotal Spray ed ho notato oggi casualmente un controllo vocale maggiore e facilità di movimento su note acute nonostante il forte mal di gola, ho letto che il Locobiotal ha anche effetti sulle allergie, possibile che sia stato questo a farmi così bene alla voce?
Non riesco bene a capire quanto questa allergia possa condizionarmi la voce, perchè non starnutisco troppo spesso, nè mi cola il naso, ma noto che quando (spesso di sera) mi capita di avere il naso un pò tappato anche la voce è molto stanca... oltretutto sono in difficoltà perchè da una parte il foniatra che mi ha visitato attribuisce la mia condizione vocale all'allergia, mentre l'allergologo che mi ha diagnosticato polvere e graminacee evidenzia come causa molto di più il reflusso...
[#3] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
L'effetto benefico riscontrato potrebbe essere attribuito all'azione antibiotica-antinfiammatoria del farmaco sulla condizione sovrapposta (faringo-tonsillite), non a una proprietà antiallergica che non mi risulta avere.

La sensazione di congestione nasale potrebbe rappresentare nel Suo caso una sorta di "indicatore di "attività" dell'allergia, la quale interessa il naso ma anche - direttamente o indirettamente - le vie respiratorie che lo seguono.

Una valutazione su quale componente prevalga non è facile e potrebbe essere basata sulla soggettività in relazione a variazioni terapeutiche.
In altre parole, potrebbe sperimentare e giudicare un potenziamento della gastroprotezione e/o della terapia antiallergica.

Infine, da cantante comprenderà bene l'importanza della respirazione (sia diurna che notturna) che, talora, può "viziarsi" preferendo la via orale in risposta all'ostruzione nasale (e restare tale anche una volta risolta l'ostruzione).

Saluti,
[#4] dopo  
Utente 211XXX

Iscritto dal 2011
grazie mille!