Utente 354XXX
Salve,
vi scrivo perchè sono molto preoccupata di quello che mi sta succedendo.
Domenica sera ho mangiato una pizza con i funghi e dopo tre ore ho cominciato ad avere dei fortissimi dolori all'addome e la mia pancia si è gonfiata a dismisura. Avendo già avuto problemi di questo tipo non mi sono allarmata e dopo un po' mi sono passati. La mattina dopo però ho cominciato a sentire un fastidio nella parte destra in basso all'addome e pensando fosse l'intestino irritato ho lasciato correre. Dopo tre giorni avendo ancora questo fastidio e alle volte dei bruciori molto lievi ho chiamato il medico che per sicurezza mi ha detto di andare al pronto soccorso e a farmi controllare l'appendice. Li mi hanno misurato febbre, che non avevo, mi hanno fatto le analisi del sangue, mi hanno visitata e mi hanno fatto una lunga ecografia. Le analisi del sangue risultano perfette compresi i globuli bianchi, ma dall'ecografia non sono riusciti a trovare l'appendice e, a detta dell'ecografa, buona cosa perchè vuol dire che non è gonfia e quindi non infiammata, ma in quella zona ha trovato un lieve versamento. Io mi sono preoccupata tantissimo, ma la dottoressa mi ha tranquillizzata e mi ha dimesso dandomi solo una dieta leggera per 48 ore e diagnosticando una colica addominale. Dopo che sono stata dimessa ho chiamato il mio medico che quando ha saputo di questo piccolo versamento mi ha somministrato una cura di antibiotici dicendomi che molto probabilmente invece un po' d'infiammazione all'appendice c'è, niente di cui allarmarsi, ma comunque da curare.
Ora è due giorni che prendo gli antibiotici e questi fastidi non se ne vogliono andare, non so nemmeno come descriverli perchè sono molto strani e come ho sentito parlare di liquido anche se lieve sono andata nel panico. Premetto anche che sono una persona molto ansiosa e tendo a somatizzare molto,tutte le persone che ho vicino tra cui i medici mi dicono di tranquillizzarmi che non è niente, ma sono davvero preoccupata che si possa complicare il tutto, conosco tre persone che sono andate in peritonite e ho avuto molta paura.
Vi ringrazio dell'attenzione.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Sergio Sforza
36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente gli esami che ha sostenuto non dimostrano una evoluzione verso una peritonite, nè è chiara la causa appendicolare, potrebbe eventualmente essere utile anche il parere del ginecologo in questo caso, ma sempre con molta serenità perchè non ci sono segni particolarmente proccupanti.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 354XXX

Iscritto dal 2014
Buongiorno,
La ringrazio per la risposta tempestiva che mi ha dato, proprio ieri sera per la seconda volta sono stata al pronto soccorso per forti fitte sempre nella zona dell'appendice, nausea e una forte inappetenza, mi hanno rifatto analisi del sangue, ecografia e anche le urine.
Le analisi vanno bene anche se alcuni valori sono saliti, ma di pochissimo, dall'ecografia si vede una puntina di appendice che non è infiammata e dalle urine si è visto che vi è una leggera infiammazione.
Nelle sei ore di attesa al pronto soccorso mi è venuta una forte diarrea che mi sta continuando anche stamani mattina, ma noto un leggero sollievo da quando è arrivata, anche se le fitte e i dolori continuano.
Il medico che mi ha visitata comunque ha detto che è il colon molto infiammato e gonfio, anche al tocco, che mi da questi dolori praticamente uguali, ma molto più lievi, all'appendicite.
Ha deciso quindi di non darmi nulla per la diarrea a meno che non diventi insopportabile, una dieta leggerissima per 10/15 giorni,di continuare con tre giorni di antibiotici e un po' di enterogermina.
Per quanto riguarda la visita ginecologica quando ho detto che prendevo la pillola hanno escluso ogni tipo di problema legato all'apparato genitale.
Per concludere, è davvero possibile avere gli stessi sintomi di un'appendice infiammata per un problema al colon? Da cosa può dipendere questa grossa infiammazione ed è possibile che l'ansia non mi aiuti a stare meglio? Grazie in anticipo per la pazienza e per le risposte.
[#3] dopo  
Dr. Sergio Sforza
36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente l'appendice è una parte del colon quindi è normale che i sintomi siano simili ad una colite, l'ansia non migliora ovviamente la sua sintomatologia. Se è confermato che il suo problema non è correlato, come sembra, ad una appendicite il gastroenterologo è lo specialista più idoneo per la soluzione del problema, se dovesse persistere la sintomatologia.
Saluti
[#4] dopo  
Utente 354XXX

Iscritto dal 2014
Salve dottore, la contatto, spero per un' ultima volta, per cercare di venire a capo di questo problema.
Ormai è una settimana che mi sento così, i dolori si sono attenuati, ora sono diventati solo bruciori che ogni tanto mi prendono sempre in zona appendice e mi si irradiano fino all'inguine, ma sono veramente sopportabili, niente di doloroso. La novità ora è oltre all'inappetenza (ma credo che siano gli antibiotici), sono dei fortissimi bruciori di stomaco e di intestino, un forte mal di schiena e il fatto che non riesco ad andare più in bagno. Sono molto più tranquilla perchè ho capito che non è niente di grave, ma cmq tutte queste sensazioni mi stanno un po' invalidando, un po' per la debolezza dovuta all'inappetenza un po' per questi bruciori che comunque non mi fanno svolgere le mie attività quotidiane. Leggendo in internet e consultandomi con il mio medico siamo forse arrivati alla conclusione di Colon irritabile, perchè i sintomi sono praticamente gli stessi che ho io, ma vorrei capire quanto può durare questa infiammazione e cosa devo mangiare perchè è tre giorni che mangio riso in bianco e petto di pollo e sto per impazzire.
La ringrazio ancora per la disponibilità.
[#5] dopo  
Dr. Sergio Sforza
36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente, se il problema acuto è rientrato può ritornare alla sua dieta abituale, evitando o riducendo le fritture, i dolci troppo elaborati e tutto ciò che è molto grasso.
Per il resto se riesce a tenere sotto controllo meglio l'ansia e quindi lo stress, sicuramente la situazione migliorerà ulteriormente.
Saluti