Utente 354XXX
Buongiorno,

soffro di una presunta disidrosi da anni.
Quando ero piccola mi si formavano delle bollicine molto pruriginose tra le dita dei piedi, che rompendosi formavano delle croste abbastanza dolorose. Col tempo questo fenomeno e' comparso anche nelle mani anche in modo abbastanza grave. Ho fatto diversi test allergologici ma con nessun risultato.
Da un po' di anni non si e' piu' presentato nulla sui piedi, ma la situazione non fa che peggiorare nelle mani. Quest'anno sono comparse pochissime bollicine sulle mani, sopratutto sul palmo, ma i polpastrelli si sono completamente spellati e la pelle sottostante e' completamente esposta e mi provoca dolore. Sento le mani "tirare", sopratutto quando le lavo o dopo aver fatto il bagno al mare. Purtroppo mi viene difficile fare qualunque azione perche' sento proprio una sensazione di fastidio al tatto e di dolore. Devo mettere la crema per le mani continuamente.
Il mio medico ha fatto richiesta per una capillaroscopia e sospetta che si tratti del fenomeno di Raynaud, ma dopo aver letto di cosa si tratta non penso che si rispecchi con i miei sintomi.
Il dermatologo mi ha prescritto delle creme al cortisone ma peggioravano solo la situazione facendo aumentare il numero e il volume delle bolle sulle mani.

Vi chiedo se sapreste identificare il mio problema e consigliarmi qualcosa.

Grazie

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Davide Brunelli
32% attività
4% attualità
16% socialità
CESENA (FC)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2000
Gentile Signorina,
Noi da questa sede non possiamo aiutarla perché dovremmo vedere le lesioni per poterci farci un'idea della sua condizione cutanea. Però un consiglio devo darlo: risolvere assolutamente il problema col dermatologo. Questo specialista è l'unico a poter essere in grado di gestire la sua dermatite, più certamente dell'allergologo o di qualsivoglia altra figura professionale non dermatologica. Insisterei pertanto con il suo dermatologo di ottenere una diagnosi ben precisa e di cambiare la terapia, nel caso che quella prescritta la prima volta non abbia avuto efficacia. Se per qualsiasi motivo il primo dermatologo che ha interpellato non le dovesse dare più fiducia ne consulti un secondo, ma le consiglio comunque di mantenersi all'interno di questa specialità
Cordialissimi saluti