Utente 178XXX
Salve a tutti,
2 settimane fa ho subito un intervento di Colecistectomia laparoscopica e ieri mi sono stati tolti i punti. Prima e dopo l'intervento ho avuto una fastidiosa diarrea, probabilmente associata all'uso prolungato di antibiotici per evitare infezione (avendo un calcolo mobile che mi provocata coliche continue ogni volta che ingerivo qualcosa). A circa 4 giorni dall'intervento la diarrea si è poi calmata e passata. Da allora sto assumendo una dieta povera di grassi, che comprende pasta, riso, carne bianca e rossa (vitello) verdure (inizialmente solo cotte ed ora anche crude), legumi passati, orzo solubile, frutta, yogurt magri e formaggi freschi magri. Ogni giorno cerco di integrare qualcosa in più (con moderazione) facendo attenzione all'effetto o se ho disturbi o dolori (che a volte ho anche se più tenui delle coliche che avevo prima). Dall'intervento ho comunque sempre debolezza fisica e spesso giramenti di testa ancora adesso. E' una cosa normale? come potrei aiutarmi a sentirmi meglio? Premetto che sto assumendo integratori ma che aiutano poco.
Inoltre il dottore non mi ha proibito di andare al mare nei prossimi giorni.. posso davvero tranquillamente andarci facendo attenzione a non esporre la pancia al sole o stare troppo in acqua?
Ringrazio anticipatamente e auguro una buona giornata.
Cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Sergio Sforza
36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente, può cominciare a mangiare un pò di tutto gradualmente, quindi può andare a mare evitando di esporre le cicatrici al sole, il resto rientra nella normalità della convalescenza.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 178XXX

Iscritto dal 2010
Gentile dottore,

Vorrei aggiornare la situazione a due mesi dall'operazione e chiedere un consulto per favore.
Nelle prime sei settimane dopo l'operazione non ho avuto molti problemi tranne qualche doloretto alla schiena e fianco qualche volta e dolori sopportabili stomaco dopo i pasti; ma la situazione è peggiorata circa dieci giorni fa quando ho avvertito un fortissimo dolori allo stomaco che non ho mai avuto prima (neppure primaa dell'operazione). Era alla bocca dello stomaco e l'episodio si è verificato in mattinata dopo aver fatto colazione. Non riuscivo nemmeno a parlare e respirare tanto era intenso e sembrava stessi avendo un attacco di cuore.
Credevo fosse stato il caffe solubile (ma avevo fatto la stessa colazione anche nei giorni precedenti senza alcun fastidio), e quindi lo sto di nuovo totalmente evitando. Inoltre il dottore mi ha prescritto pantoprazolo 40mg. Nonostante ciò ad una settimana di distanza ho avuto un altro spasmo anche più forte. Sono andata in ospedale e con analisi del sangue hanno controllato pancreas e fegato che sono risultati normali. Premetto che ho avuto anche una ecografia circa un mese dopo l'operazione ed era tutto ok.
Quale potrebbe essere il problema? Mi hanno prescritto una gastroscopia ma essendo tutto prenotato riesco ad averla solo tra circa 30 giorni.
Sono molto spaventata che i dolori possano ripresentarsi anche perchè ho constatato che non sembrano dipendere da quello che mangio, visto che mangiando le stesse cose tutte le mattine (tranne il caffe) per due volte a distanza di una settimana si sono ripresentati in maniera casuale, anche assumendo il pantoprazolo. Inoltre per evitare proprio questi problemi non ho mai lasciato la dieta post-colecistectomia e quindi sono mesi che evito fritture, alcool e cibi grassi e mangio verdure, carni bianche ecc, ma sembra essere vano. :( Potrei avere qualche consiglio al riguardo per piacere?
Ringrazio anticipatamente e mi scuso del disturbo.Saluti
[#3] dopo  
Dr. Sergio Sforza
36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente, da ciò che descrive, potrebbe trattarsi di una gastrite che si sta acuendo con il cambio di stagione, ma se con il gastroprotettore il problema persiste, la gastroscopia è indispensabile. L'alimentazione leggera al memento è ancora preferibile.
Saluti
[#4] dopo  
Utente 178XXX

Iscritto dal 2010
La ringrazio moltissimo della risposta. Sono riuscita ad avere la gastroscopia ed è risultata incontinenza cardiale e presenza di bile nello stomaco. In aggiunta dalle analisi del sangue si è visto che il valore della gamma GT è 43 u/l (max 32 u/l).
Il dottore ha associato ad un reflusso "biliare" i miei dolori e mi ha prescritto con il pantoprazolo40mg la mattina, dell'acido tauroursodesossicolico da prendere la sera e del gaviscon prima di andare a letto.
Mi chiedo in quanto tempo la situazione potrà migliorare, visto che ancora ho dolori (che a volte sono alla bocca dello stomaco, altre sopra l'ombelico ed altre al fianco dove era la colecisti) benchè stia continuando a mangiare leggero.
La ringrazio ancora della sua gentilezza e professionalità.
Cordiali saluti
[#5] dopo  
Dr. Sergio Sforza
36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Non è possibile stabilire per quanto tempo ancora, purtroppo per queste problematiche esistono dei periodi di quiescenza (starà meglio) e di recrudescenza (potrà ricomparire la sintomatologia), si affidi pure al gastroenterologo. Il mangiare in maniera oculata, ridurre lo stress e l'ansia ovviamente le eviterà di aggravare la sintomatologia.
Saluti