Utente 354XXX
Gentile dottore vorrei sottoporle il mio caso per aver alcuni consigli. Da diversi mesi accuso un fastidio nella regione posteriore del collo, dietro l'orecchio, in prossimità dell'attaccatura del cuoio capelluto e nella zona anteriore proprio sotto l'orecchio in prossimità della mandibola. Nella parte posteriore del collo avverto come una pressione concentrata in un punto preciso oltre ad una certa rigidità muscolare. Nella parte sotto l'orecchio un senso di tensione che si irradia verso la mandibola o la guancia ed inoltre verso l'orecchio che a volte è dolente - come se fosse tirato- e che a volta si arrossa.
Mi sono rivolto dall'otorino che ha escluso un problema all'orecchio giustificando il tutto con un problema di origine posturale/ervicale. Dopo mia insistenza ha d0isposto una panoramica e una un'ecografia dei linfonodi del collo. La OPT non ha rivelato assolutamente niente , dalla ecografia -con cui si è indagato sulla tiroide e sulla parotide - è emerso solo un piccolo linfonodo di 8 mm nella regione laterocervicale che è stata ricondotto ad una reazione infiammatoria.
Ipotizzando una algia muscolo- intensiva mi è stato prescritto Tachipirima 1000 cp per 10 gg e Muscoril cp per 10 gg che non ha prodotto alcuna beneficio. Le aggiungo che risulta dura al tatto ed aumentata di volume la fascia muscolare che è compresa tra la base dell'orecchio e la parte bassa del collo (sternocledomastoideo).
A questo punto quali ulteriori esami suggerisce di svolgere per avere un quadro più chiaro ?

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Grosso
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
La storia clinica che ha raccontato è ricca di elementi semeiologici ma che, purtroppo, possono appartenere a differenti patologie. Bene ha fatto ad indagare con lo specialista ORL. Credo che le mosse successive possano essere:
a) visita neurologica
b) visita ortopedica
Chiaramente ognuno di questi specialisti approfondirà con richieste di esami strumentali.
Auguri
[#2] dopo  
Utente 354XXX

Iscritto dal 2014
Gentile dottore nel ringraziarla per il consulto intendo aggiornarla sulla situazione attuale. Da diversi giorni , a conclusione della terapia, non avverto più tensione nella parte alta del collo e credo di poter dire che il muscolo sternocleidomastoideo sia molto meno contratto. Non avverto più il fastidio alla mandibola. Insomma la sintomatologia si ripresenta sporadicamente e in forma molto attenuata. Ritiene di dover comunque indagare? Grazie
[#3] dopo  
Dr. Luigi Grosso
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Beh, alla luce di quanto riporta sul miglioramento della sintomatologia credo proprio sia il caso di procedere ad una attesa prudente.
Auguri