Utente 873XXX
Pratico ciclismo a livello amatoriale,gradirei un parere su la diagnosi di un ecg sotto sforzo effettuato recentemente:test al cicloergometro condotto secondo cartichi crescenti di 25 Watt ogni 2',interrotto al carico di 125 W(1 minuto)per l'esaurimento muscolare con F.C. teorica massima prevista per età e sesso.All'ECG di base anomalie della ripolarizzazione ventricolare in sede anteriore.All'acume dello sforzo non sottolivellamento significativi del tratto ST-T con ritorno nella fase di recupero delle anomalie della ripolarizzazione ventricolare presenti all'ECG di base.Non sintomatologia anginosa,non aritmia.Test massimale negativo per ischemia miocardica da lavoro muscolare.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Ugo Miraglia
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
La positivizzazione delle onde T non è segno di ischemia, come chiarito nelle conclusioni.
E' una buona prova, anche se da un ciclista mi aspettavo un po' di piu' di 125 watt !
Saluti, Ugo
[#2] dopo  
Utente 873XXX

Iscritto dal 2005
Grazie per la risposta,mi consiglia di fare ulteriori accertamenti per le anomalie della ripolarizzazione,se possono essere curate e se,può darmi problemi di idoneità fisica nel campo lavorativo o di idoneità sportiva.
[#3] dopo  
Dr. Marco Marilungo
24% attività
0% attualità
8% socialità
APRILIA (LT)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2002
Salve, mi pare che non abbia nulla da temere. A proposito dei 125 watts, quante volte esce con la bici a settimana? E quanti Km percorre ogni volta? Così potremmo spiegarci come mai con l'ecg da sforzo si è fermato a 125 watts. Fuma?
Cordialmente
Marco Marilungo
[#4] dopo  
Utente 873XXX

Iscritto dal 2005
Gent.mo dottore,esco mediamente 2/3 volte a settimana,dipende dal meteo,ex fumatore fino a 2 anni fa,e comunque e stato il dottore a voler sospendere la prova nonostante avevo ancora energie da dare.Sarà stato per il mio stato d'ansia,infatti avevo stranamente valori di P.A. non inferiori a 150/100 (non ho mai sofferto di pressione alta).Il medico mi ha consigliato di effettuare,al tempo,un ecostress;cosa mi può dire a riguardo ?
[#5] dopo  
Dr. Ugo Miraglia
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Caro amico,
a volte il test da sforzo stlatentizza un'ipertensione nascosta. Puo' essere che il suo medico abbia interrotto l'esame per l'incremento eccessivo dei valori tensivi.
In questo caso è utile il monitoraggio della PA per valutare una ipertensione arteriosa in fase iniziale.
Ha familiarità per ipertensione?
[#6] dopo  
Dr. Ugo Miraglia
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
La cosa importante è verificare l'andamento della pressione durante l'esame.
Se 150/100 erano i valori iniziali e poi durante la prova la pressione si è normalizzata, allora propenderei per l'ansia, se invece durante tutto il test la PA ha mostrato un incremento eccessivo allora mi rifarei al post precedente. se ha una copia dell'esame me la invii ad info@cardiopatie.com
[#7] dopo  
Dr. Marco Marilungo
24% attività
0% attualità
8% socialità
APRILIA (LT)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2002
Ecco, porre in primo piano lo stress può essere una utile indicazione, ma non sempre lo stress è negativo. Quando lo stress è negativo, ovvero che ci provoca dei disturbi, che ci blocca, si parla di distress. Quando lo stress è positivo, parliamo di eustress, ovvero gratificante. L'eustress è tipico del far l'amore, ad esempio. Non demonizziamo lo stress, diamogli la sua giusta definizione e collocazione.
[#8] dopo  
Utente 873XXX

Iscritto dal 2005
gentilissimi dottori,per un ulteriore mia ricerca di eventuali problemi ho effettuato in data 19 dicembre un ecostress farmacologico che ha dato esito negativo,e soprattutto i medici che mi hanno visitato hanno verificato un valore di P.A. costante di 130/80,dopo di ciò mi conviene fare ulteriori indagini,voglio aggiungere che i problemi familiari risalenti a circa un mese fa sono per fortuna risolti ed ho ripreso ad allenarmi in bicicletta regolarmente.