Utente 198XXX
Salve ho 22 anni e sto vivendo un incubo....circa un mese fa comincio ad avvertire una pesantezza al testicolo sinistro e palpandolo lo trovo molto indurito....cosi preso dalla paura mi reco al pronto soccorso e mi viene effuttuato un ecocolordoppler e mi viene diagnosticata una piccola cisti un epididimite e lieve idrocele...mi viene prescritta una cura antibiotica e una visita di controllo dopo 10 15 giorni....mi reco alla visita e mi dicono che non ho niente e mi viene fatta un nuovo ecodoppler e viene trovato un varicocele modesto....adesso e' un mese esatto ma il testicolo e' indurito e non.so cosa fare...sn in preda alla paura prrke sn sicuro di avere un tumore e probabilmente dsto che e' passato un mese pensp ci siano anche metastasi visto che sn 2 giorni che nel cayarro ci sn delle striature di sangue...mi hanno rovinato...vorrei fare una biopsia come devo fare? Inolyre lo sperma non e denso come era prima e trasparente e acquoso

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

la confusione, la paura e il panico la fanno da padrone nel suo caso.

Se gli specialisti consultati hanno escluso un problema oncologico si tranquillizzi; poi il testicolo è ancora "indurito" allora è bene, senza inutili drammi, risentire in diretta il suo andrologo od urologo di fiducia.

Se desidera poi ancora altre notizie più dettagliate su tali problemi di natura andrologica, che interessano i giovani uomini, le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sempre sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/196-prevenzione-andrologica-eta-pediatrica-puberale.html .

Un cordiale saluto.


[#2] dopo  
Utente 198XXX

Iscritto dal 2011
Oggi sn andato dall urologo che mi ha detto che non ho niente tranne una piccola cisti e che lui non lo sente indurito pero io mi sento stanco, al minimo sforzo fisico mi stanco, non ho forza nelle gambe e sto perdendo massa muscolare tra cui nelke braccoa e nei fianchi....non so cosa fare ho paura che il tempo passato mi abbia portato una cachessia e che non si possa far piu niente
[#3] dopo  
Utente 198XXX

Iscritto dal 2011
Inoltre da 2 giorni nel catarro ho trovato sangue...cosa devo fare? Dove mi devo recare sto facendo di tutto
[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Sempre sentire in diretta il suo medico di famiglia per rivalutare per bene tutta la sua situazione clinica generale e particolare che con il testicolo "indurito" niente sembra avere a che fare.

Ancora un cordiale saluto.
[#5] dopo  
Utente 198XXX

Iscritto dal 2011
Salve sono passati quasi 2 mesi e ancora ho problemi al testicolo.....noto sopratutto un gonfiore appena uscito dalla doccia ed è al tatto piu duro del destro....io sn preoccupato...poi sto incominciando a sentire dolori al basso addome e alla schiena ...dopo 3 ecografie e i marker fatti un mesetto fa nom so che fare... purtroppo non lavorando sn ancora sotto i miei genitori e non viviamo in una bella situazione economica quindi non posso permettermi urologi privati...io credo di avere un tumore al testicolo e non vorrei che sia andato in metastasi visto questi dolori....inoltre ho notato che il mio sperma non è denso ma acquoso ed ho notato che sono presenti delle bollicine. ..io sn sicuro che sia un problema grave...mi potete aiutare? A chi devo rivolgermi? E il caso di recarmi al pronto soccorso? Aiutatemi



[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

in questi casi la procedura standard è: prima sentire il medico di famiglia; fatta la valutazione con lui sarà sempre il suo medico di fiducia ad indirizzarla, senza troppi drammi, verso un urologo convenzionato di riferimento oppure, se ritenuto opportuna, farle fare una valutazione clinica in urgenza.

Ancora un cordiale saluto.