Utente 355XXX
A fine 2013 ho avuto un ascesso passato a fistola peri-anale.
Il Chirurgo mi da l'Ittiolo, per 4-5 GG, x far aprire tutto e far uscire il pus. Mi dice inoltre che la Fistola va operata, x evitare recidive.
Con l'Ittiolo, si apre e sto meglio, metto le garze, e lavo la parte interessata
con detergenti specifici per circa 3-4 volte al giorno, fino a febbraio, poi la fistola
si riforma, e via stesso procedimento e si riapre.
A marzo mi opero, mi viene messo un setone, che secondo i medici dovrebbe cadere entro massimo 2 mesi, antibiotici x una settimana, dieta x favorire l'ammorbidimento delle feci, etc. Noto ancora dolori..., perdite di pus, sangue etc. ma poi passa. Passano anche i due mesi, ma il setone non cade, e quindi devo fare una operazione per rimuoverlo, e col bisturi elettrico mi tolgono tutto, mi rimane una ferita tipo morso, lunga circa 5 cm, e il buco di pelle mancante è profondo circa 2 Cm.
Faccio qualche giorno di convalescenza, medicazioni e lavaggi, visite programmate in ospedale ogni 10 GG, e mi viene detto che è tutto normale, che sta guarendo, in un punto pero'
noto un indurimento a volte doloroso, ed uno dei medici mi dice che è normale, perche' lì c'è la cicatrice.
Dopo 2 mesi di progressi, il dottore mi dice che posso smettere di andare a controllo.
Oggi però si e' gonfiata di nuovo tutta la zona, e sento un dolore non forte, ma che mi impedisce di sedermi e camminare bene. Si tratta di gonfiore post-operatorio, oppure devo preoccuparmi?

P.S. Porto garze all'interno della natica, assorbente nei boxer di cotone bianco.
Ho una sudorazione normale (ma e' ovvio che d'estate nei pantaloni si
formi del calore, e le parti siano soggette a maggior irritazione e sfregamento), non sono molto
peloso.

Grazie x l'eventuale consulto.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Sergio Sforza
36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente, le consiglio di ritornare dal proctologo, perchè la possibilità di una recidiva in una problematica come la sua è reale.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 355XXX

Iscritto dal 2014
Salve dottore,

intanto la ringrazio della solerte risposta, volevo dirle che mentre tornavo a casa mi sono sentito umidiccio, ed infatti una volta arrivato a destinazione mi sono visto e le medicazioni e i bozer erano zuppi di solo sangue.

La sacca si e' svuotata e il dolore sembra sparito.

Questo fenomeno si era gia' verificato a meta' convalescenza ed i medici di controllo che mi seguono mi avevano detto che rientrava nella normalita' post-intervento.

Faccio lo stesso un controllo?

[#3] dopo  
Dr. Sergio Sforza
36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Si, il controllo è necessario.
Saluti
[#4] dopo  
Utente 355XXX

Iscritto dal 2014
Ok assodato chefaro' cmq il controllo, mi potrebbe dire lei che ne pensa della mia situazione attuale?

[#5] dopo  
Dr. Sergio Sforza
36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Come già le ho scritto, la possibilità di una recidiva può essere possibile.
Saluti
[#6] dopo  
Utente 355XXX

Iscritto dal 2014
Il dottore di controllo..., oggi con pressapochismo mi ha liquidato in due minuti dicendomi che c'e' solo un "puntino", e quindi ha chiesto di rivederci a fine mese di agosto.
Non mi ha dato ne' alcuna cura antibiotica per via orale, ne' nessuna pomata antibiotica, nel dubbio di un nuovo ascesso, fino al prossimo controllo, non sarebbe meglio stare sotto copertura antibiotica?

Dr. Sforza, lei pensa si sia trattato di un ascesso?

Oggi mi si e' sgonfiato tutto, senza perdite e non avverto piu' alcun
dolore alla pressione della parte interessata.

Grazie.
[#7] dopo  
Dr. Sergio Sforza
36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente, il confronto di qualsiasi nostra valutazione mediatica rispetto al collega che l'ha visitata è meno efficace, quindi se lo stesso non ha ritenuto di consigliarle antibiotici, segua pure le sue raccomandazioni.
Saluti