Utente 355XXX
Salve, premetto che andrò al più presto dal mio medico di base (a seconda della sua disponibilità spero entro martedì o mercoledì)... vi chiedo qui qualche indicazione poichè sono parecchio ansioso.

Faccio una piccola premessa per cercare di dare tutte le informazioni o i collegamenti possibili.

Non ho particolari allergie o problemi (almeno fino a ora), nei mesi di marzo, aprile e maggio sono dovuto ricorrere ad antibiotici per forti mal di gola, poi giugno e luglio più o meno tutto a posto con qualche rapido mal di gola esauritosi in uno o due giorni. Ad ogni modo, su indicazione del medico ho eseguito un tampone in gola e avrò i risultati a metà settimana.

Da circa 15-20 giorni invece ho cominciato a vedere delle bollicine sul lato della lingua e un'afta all'interno della guancia: mentre l'afta è passata (almeno il fastidio) in un paio di giorni applicandoci gocce di propoli, le bollicine sono rimaste. Sono andato dal medico che ha riscontrato una stomatite e mi ha prescritto una decina di giorni con betotal (seguto ad un'altra settimana). Sono poi andato dal dentista che ha considerato guarita la stomatite (non ho fastidi ma guardando noto sempre le bolle) ma in compenso mi ha diagnosticato una candidosi da trattare con risciacqui di tantum verde. Aggiungo che al momento della prima manifestazione ero reduce da due giorni di forte stress fisico e mentale.

In tutto questo periodo sono stato con una ragazza e abbiamo cercato di stare abbastanza attenti: sesso vaginale sempre con preservativo e orale a volte scoperto.
A parte la situazione della candidosi non avevo finora riscontrato altri sintomi... fino all'incontro di ieri. Oggi la ragazza mi ha chiamato informandomi di avere l'herpes alla bocca (mi ha detto che non le si manifesta con segni evidenti) e quindi sono piuttosto preoccupato.
Devo però dire che a causa della mia candidosi abbiamo evitato di scambiarci baci (solamente sulle guance). Il sesso orale è stato coperto e la sua bocca e lingua sono entrati in contatto solamente con la mia zona dei testicoli dove ovviamente il preservativo non può coprire (mi scuso per i termini).
A fronte di questo... posso essere stato contagiato dall'herpes?

Da ieri sera (circa 1 ora dopo il rapporto) mi sento le labbra secche e come pizzicanti (la sensazione è come quando al mare si prende troppo sole sulle labbra), non noto segni di bolle eccetto una striscia rossa che sta nel mezzo delle labbra (inferiore e superiore).

Aggiungo che questa mattina quando sono andato a urinare ho visto sul glande (sono semicirconciso da 2 anni a causa di fimosi) numerosi puntini rossi: non ho nessun dolore, nessuna secrezione e dopo un paio d'ore non ne vedo più traccia.

Come detto, tornerò al più presto dal medico... ma potete darmi qualche indicazione? Sono molto ansioso e sono piuttosto preoccupato per via della situazione della bocca.

Vi ringrazio in anticipo per l'attenzione e spero in qualche parere al più presto.
Grazie e arrivederci.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Cataldo Palomba
44% attività
8% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
la lesione tipica dell'infezione erpetica è la bolla, che si rompe per lasciare il posto ad una superficie urente, che sulla mucosa orale assomiglia ad un'ulcera, mentre sulla cute perilabiale si ricopre di croste.
Se Lei non è stato contagiato in passato, quindi non ha mai presentato la tipica lesione crostosa al labbro, potrebbe essere stato contagiato in questa occasione tramite il contatto con la saliva della sua partner in fase di infezione secondaria.
Ha parlato di bolle presenti all'interno della bocca che non vanno via e poi di candidosi: di solito in un giovane maschio in buona salute, in assenza di terapie cortisoniche prolungate o antibiotiche, è veramente raro diagnosticare una candidosi orale.
I sintomi prodromici dell'infezione sono la sensazione di tensione, pizzicore, aumento della temperatura locale, successivamente compaiono le bolle, che nella prima infezione possono interessare tutta la mucosa orale compresa la lingua e la cute perilabiale, ad ondate successive, anche con rialzo della temperatura corporea fino ai 38°.
Sempre che le bolle di cui parla, ed ammesso che siano effettivamente bolle, non siano già una manifestazione della malattia , in pratica bisognerà attendere la comparsa delle prime lesioni bollose per essere sicuri che si tratti di un'infezione erpetica: le consiglio in tal caso di sottoporsi a visita medica per una diagnosi precisa e la terapia da seguire, anche se questa sarà utile solo a limitare i sintomi e la durata dell' infezione,

Per quanto riguarda infine le lesioni o presunte tali sulla mucosa del glande, non posso rispondere perchè non dimia competenza.

Cordiali Saluti


Cordiali Saluti