Utente 321XXX
Buongiorno!
Circa un mese fa mi sono svegliata con la nausea e molto affaticata, tanto che dopo essere andata in bagno mi sono dovuta distendere a letto, non avendo nemmeno la forza per preparare la colazione. Sono stata a letto sdraiata tutta la mattina ma la stanchezza non passava, infatti appena mi mettevo in piedi sentivo una pressione che mi spingeva verso il basso, come se il cuore fosse molto affaticato. Verso le 14 ho provato a mettere una mano sul petto e ho sentito che il cuore mi batteva velocissimo, e se mi alzavo in piedi era ancora peggio. Così sono andata in pronto soccorso, e lì hanno riscontrato che avevo 150 battiti e anche un po’ di febbre. Hanno provato con le manovre vagali ma il battito non rallentava, hanno iniettato adenosina e c’è stato un breve rallentamento con evidenza di complessi sinusali. La frequenza si è fermata a 120, in seguito mi hanno tenuta lì diverse ore con una soluzione per farmi scendere la febbre (tra le terapie vedo Delorazepam e la soluzione salina). Dopodichè i battiti hanno rallentato, e si sono stabilizzati sui 90, così mi hanno dimessa. In seguito ho fatto una visita cardiologica nella quale il medico ha constatato che la tachicardia avuta era probabilmente causata dalla febbre, tuttavia vedendo che i battiti erano in generale comunque sui 100 mi ha consigliato di bere molto e di fare molta attività sportiva.
Stamattina tuttavia mi sono svegliata con una leggera nausea e mi sento affaticata, come se non avessi dormito bene e appena alzata per svariati minuti ho avuto il cuore che batteva veloce. Non era una situazione paragonabile alla volta scorsa in quanto sono riuscita a fare colazione, e dopo un po’ mi sono sentita meglio, e il cuore ora batte regolare. Non ho febbre. Tuttavia non posso non chiedermi come mai ogni tanto mi sveglio in questo modo, con il cuore che batte forte nonostante io sia tranquillissima e anzi stanca. Siccome dura pochi minuti non ho mai pensato fosse qualcosa di serio ma visto lo scorso episodio non voglio trascurare nulla. Potrebbe essere perché magari il giorno prima ho bevuto troppo poco?
Se può aiutare ho avuto 2 o 3 volte episodi in cui all’improvviso avevo una fortissima nausea e poi cominciavo a vedere tutto nero, fino a sentirmi cedere le gambe. Dopo la prima volta sono stata preparata e non appena cominciava “quella” nausea mi sedevo o mi sdraiavo. Il cardiologo aveva riscontrato che una valvola si chiudeva più piano rispetto all’altra, trascrivo quello che ha riportato nel documento: “Attività cardiaca ritmica, toni validi, sdoppiamento del 2 tono sul focolaio polmonare.”. Mi ha comunque tranquillizzato dicendomi che era una cosa che sarebbe andata via da sola, non patologica.
Non so perché ma mi viene da pensare che forse la causa di tutti questi episodi potrebbe essere il cerotto anticoncezionale Evra, in quanto tra i rischi ci sono diverse patologie cardiache, potrebbe essere? Lo porto ormai da due anni e mezzo/ tre.
Spero di aver detto tutto! Grazie!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Se con l'iniezione di adenosina ha presentato un rallentamento della tachicardia e' probabile che lei abbia presentato una tachicardia sopraventricolare; e' opportuno che lei esegua un Holter cardiaco delle 24 ore.
Gli altri sintomi possono far parte proprio dell'innesco di una TPSV; talora e' presente anche la necessita di urinare frequentemente.
Arrivederci
[#2] dopo  
Utente 321XXX

Iscritto dal 2013
Esattamente. Nel referto trovo scritto tachicardia sopraventricolare. Purtroppo il cardiologo da cui sono stata non mi ha parlato di un Holter.
Devo chiedere al medico curante o fare un'altra visita cardiologica?
La ringrazio molto per la sua risposta dottore.
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Se tali episodi dovessero ripetersi potrebbe essere consigliabile uni studio elettrofisiologico per eventuale ablazione .
Arrivederci
[#4] dopo  
Utente 321XXX

Iscritto dal 2013
D'accordo, grazie mille!