Utente 552XXX
Buongiorno!
mio suocero soffre della sindrome delle gambe senza riposo. Lo stanno curando con il Mirapexin e prende anche per il flusso sanguineo l'ascriptim. Soffre inoltre di pressione alta (assume il naprilene e il plendil 5) e di colesterolo (lo cura con il retat).
I problemi ora si stanno accentuando e dopo l'ecodoppler e' stato prescritto:
assi vesnosi pervi bilateralmentem con reflusso a livello popliteo dx, come per pregressa trombosi. Esiti bilaterali di stripping della grande safena, con presenza bilaterale di alcune collaterali incontinenti recidive. Conclusione: dubbia sindrome post-trombotica dx, insufficienza del circolo venoso superficiale. Si consiglia compressione elastica e Hamamelis Heel pomata.
C'è qualche altra cosa che può fare?Può essere utile una dieta povera di grassi e delle cure termali per stimolare la circolazione delle gambe?
Grazie

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Mario Forzanini
24% attività
0% attualità
16% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2002
la sindrome delle gambe senza riposo è una sindrome la cui effettiva consistenza e quindi terapia sono molto discusse; sotto questo nome prendono forme varie di algie crampiformi ed irrequietezza degli arti inferiori, le cui cause possono essere molteplici (da alterazioni elettrolitiche a problemi neuromuscolari ecc) .
Il quadro descritto è compatibile con una insufficienza venosa cronica, che va curata con farmaci (già in atto), elastocompressione ed eventuale terapia chirurgica o scleroterapica, quando indicata.

Un angiologo sarà sicuramente in grado di affrontare il problema.
[#2] dopo  
Utente 552XXX

Iscritto dal 2008
la ringrazio per la risposta.