Utente 355XXX
Salve,
Volevo sottoporre esito rmn effettuata nel mese di giugno, per un ginocchio gia' sottoposto a ricostruzione LCA nel 2006 e a suo ritensionamento nel 2011.
ESITO RMN GIN SX: regolare orientamento dei tunnels ossei femorale e tibiale nel cui ambito si apprezza il neolegamento ben posizionato e apparentemente esente da lesioni intrinseche. Non evidenti significative alterazioni morfostrutturali e di segnale a carico del legamento crociato posteriore, dei legamenti collaterali e del tendine rotuleo. Segni di gonartrosi prevalenti nel comparto femoro-tibiale interno, associate a note di meniscosi. Minimo versamento articolare.
Sento sensazione di debolezza facendo le scale ed in particolare nei tratti in discesa, il ginocchio schiocca e fa rumori continuamente da seduto e in piedi. A casa per tenere allenato il quadricipite sto usando la swiss ball a parete per degli squat ma spesso nei primi gradi di flessione del ginocchio sento delle punte o fitte che poi passano continuando la flessione. Ho 45 anni, alto 1,73 e peso 87 kg. Vorrei riprendere un po' a giocare a tennis e correre.
Allego alcune immagini rmn
Vi ringrazio anticipatamente
Saluti
[#1] dopo  
Dr.ssa Simona Rossetti
24% attività
4% attualità
0% socialità
SAN SALVO (CH)
Rank MI+ 28
Iscritto dal 2014
Buongiorno,
Dal referto della rmn appaiono segni iniziali di artrosi, che sono compatibili in parte con il quadro di pregressa lesione e successiva ricostruzione del LCA.
Probabilmente (purtroppo senza poterla visitare vado ad intuito), la sua debolezza potrebbe essere data da un tono insufficiente del muscolo quadricipite, e gli scrosci articolari potrebbero essere figli di una rotula non perfettamente in sede (anch'essi figli dell'insufficiente tono muscolare).
Sicuramente effettuare la cyclette (sellino alto, rapporto minimo), ginnastica isometrica, e idrokinesiterapia possono essere d'aiuto a rinforzare il muscolo senza sovraccaricare l'articolazione. Inoltre sarebbe il caso di assumere integratori per la cartilagine al fine di limitare il progredire dell'artrosi.

Cordiali saluti