Utente 355XXX
Buonasera, in questo momento sono negli stati uniti. Settimana scorsa a seguito tampone uretrale ho ricevuto esito positivo per micoplasma genitalium e staphilococcus aureus. Il medico del centro analisi mi ha prescritto il bactrim che pero dopo prima assunzione mi ha provocato reazione. La guardia medica mi ha allora detto di interromperlo e mi ha prescritto eritrocina in buste. Parto per gli stati uniti e dopo 3 gg di terapia anche l'eritrocina mi fa stare male. Interrotta ieri ora sto meglio. Contemporaneamente pero da oggi avverto un dolore al testicolo sinistro. Il primo medico mi aveva detto che se non fossi partito mi avrebbe prescritto iniezioni al posto del bactrim per curare infezione. Tornero in italia il 21 agosto ma volevo sapere cortesemente se il dolore al testicolo sinistro puo essere concatenato all'infezione uretrale e se devo porre accorgimenti in questi giorni fuori dall'italia prima di rientrare e fare una visita per capire che antibiotici devo prendere. Grazie mille per la risposta.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,i testicoli appartengono,a pieno titolo,all'apparato genitale,per cui é plausibile un rapporto di causa/effetto tra l'uretrite e la sintomatologia testicolare.
Quanto alle terapie da utilizzare,presumo sia un soggetto allergico,per cui,piuttosto che praticare terapie non mirate,attenderei il ritorno in Italia.Cordialità.