Utente 308XXX
Gentili Dottori, vorrei un consiglio su come procedere. Circa 20giorni fa ho effettuato un'otturazione al primo molare in basso a destra per curare una carie resa visibile da un'ortopanoramica. Premetto che da diversi anni era visibile una macchietta sul dente, ma mi era sempre stato detto che non si trattava di carie ma solo di una demineralizzazione. Inoltre il dente non mi aveva mai dato fastidio. Negli ultimi sei mesi invece ho cominciato ad avvertire un dolore mandibolare al lato destro. Il dolore non è mai stato riferibile in modo certo al dente in questione, anzi non riesco a dire se parta da esso irradiandosi fino a dietro la nuca o se parta da un punto più distante. In ogni modo, i punti in cui avverto questo dolore sordo (che a volte è più forte e a volte meno, ma che comunque presenta sempre una dolenzia di fondo) sono dietro l'orecchio destro, lungo il lato destro del collo a partire dall'orecchio e a volte fin lungo la spalla, ma anche davanti all'orecchio destro in prossimità dell'articolazione della mandibola e in alcuni casi un po' più su quasi fino all'occhio. Altre volte lo avverto sotto i denti dell'arcata inferiore, quasi fino al canino. Se batto sul molare curato non avverto particolare dolore, ma spesso mi capita di portare la lingua in quel punto quasi per attutire il fastidio massaggiandolo. Il dentista, mentre trapanava, mi disse che la carie era quasi arrivata al nervo ma che non occorreva devitalizzare. Ora mi chiedo se questi dolori possano dipendere dal dente oppure se la causa possa essere altrove? Potreste indicarmi come procedere? Molte grazie

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Armando Ponzi
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Gentile paziente,
se tutto è iniziato dopo la cura di questo dente ritengo che è da li che bisogna iniziare. Va fatta una accurata visita con esame di sensibilità e vitalità abbinando un eventuale esame radiologico.
Una volta esclusa l'origine di questo dolore dal dente in questione si possono fare ulteriori valutazioni.
Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 308XXX

Iscritto dal 2013
Gentile Dottore, grazie per la risposta. In effetti il dolore è cominciato già molto tempo prima dell'otturazione. Andava e veniva nella zona mandibolare, ma rimaneva più o meno costante nella zona laterale dietro la nuca. Speravo che dopo la cura dentale sparisse, ma non è stato così! anzi sembra essersi acuito. E' un dolore non lancinante, ma comunque opprimente. Seguirò il suo consiglio, ma vorrei solo porre qualche altro quesito. E' possibile che durante la cura il dentista non si sia reso conto di una sofferenza della polpa causata dalla carie vicina o che l'otturazione in sé possa aver creato una sofferenza? Prima di curare il dente non sono stata sottoposta a nessuna prova di vitalità e sensibilità e durante l'otturazione non è stata usata la diga (solo dopo ho letto altrove che è molto importante), devo pensare ad una possibile mancanza del dentista? Il mio medico di base mi ha consigliato un ciclo di antinfiammatori Oki, che però ho dovuto interrompere per effetti collaterali allo stomaco. Grazie per gli eventuali ulteriori chiarimenti.
PS: potrebbe accennare in cosa consistono queste prove di vitalità e sensibilità?
Cordiali saluti.