Utente 356XXX
Salve a tutti,

Da 4 anni ho cominciato a notare che la quantita' dei miei capelli stava diminuendo notevolmente. Pensavo che fosse dovuto alle tinte e all'uso della piastra. Ho sempre avuto molti capelli e pensavo fosse normale perderne con la crescita.

Ormai sono da 2 anni che non uso coloranti e piastre, tutta via in questi ultimi sei mesi ho cominciato a notare che i miei capelli sono decisamente piu' radi su tutta la parte superiore della testa. Confronto a quelli posteriori (e quelli vicino al collo) sono molto piu' deboli e fini. Nella parte piu' vicina al viso e specialmente nella parte coincidente alla riga centrale, mi si vede addirittura la cute (talmente tanto che lo si puo' notare anche in foto).

Ho mandato delle foto a mio padre, che e' un farmacista e oltretutto soffre di calvizie e ha cercato di combattere questo problema per tutta la vita. Appena ha visto le foto mi ha detto che secondo lui si tratta di alopecia a dovrei usare il Minoxidil .

Tuttavia il mio medico di famiglia mi ha detto che secondo lui non si tratta di alopecia e siccome e' da un paio di anni che soffro di prurito alla cute, mi ha prescritto del Ketoconazole 2% shampoo da mettere 3 volte al giorno. Non ho ancora iniziato la cura perche' vorrei tanto vedere un dermatologo ma il medico si rifiuta di riservarmi un appuntamento e non posso permettermi un privato (al momento sto in Inghilterra dove i privati sono ben cari).

Sono confusa e spaventata perche' non so a cui rivolgermi e di chi fidarmi.

Non voglio iniziare la cura col Minodyl se non sono sicura di avere l'Alopecia poiche' si tratterebbe di un trattamento quotidiano per il resto della mia vita.

A proposito del Ketoconazole, ho letto dei pareri poco piacevoli, dove in alcuni casi avrebbe addirittura favorito la caduta dei capelli. Oltretutto questo dottore mi ha guardato la cute a malapena e anche se ho accennato al fatto che mio padre stesso soffre di calvizia, non gli e' sembrato rilevante.

ulteriori dettagli:

quando mi spazzolo i capelli non ne rimangono tanti sulla spazzola e tanto meno ne trovo sul cuscino. Sento che pero' mi si spezzano facilmente e in continuazione (per esempio quando li tiro con la borsa a tracolla). Ora quando mi passo la mano tra i capelli noto che dai lati ce ne sono tantissimi di corti corti.

La riga centrale non si sta allargando.

Un'altro possibile indizio. Due anni fa, mia suocera ha usato un detersivo preso al 99centesimi per lavare le lenzuola. Eravamo in vacanza da lei per un mese e a tutti quanti e' apparso un prurito incessante alla cute.E' durato per mesi. A mia suocera sono caduti tantissimi capelli e li ha dovuti tagliare corti, ma lo abbiamo associato al tumore che avuto (non era cancro, quindi no chemio). Ora pero', ho notato che anche mio marito ha meno capelli (li porta lunghi), anche se non e' visibile come nel mio caso.

Sono sempre sotto stress - so perfettamente che questa potrebbe essere un altra ragione.

Vi ringrazio in anticipo.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le pz
come ha già correttamente compreso la diagnosi è essenziale per proporre qualsiasi terapia ,tanto più farmacologica.
la perdita di capelli ,sia in defluvium che in effluvium va indagata con diagnostica ,previa obiettività,e così certamente il cuoio capelluto alla riverca di patologie.Se viene proposto il ketoconazolo e'plausibile che il medico abbia visto una dermatite seborroica.
Ma,ripeto,deve essere visitata da un dermatologo esperto di tricologia.
cordialità