Utente 233XXX
Gentili dottori,
ho 23 anni. Non bevo, non fumo. Faccio una vita sedentaria. Da circa 10 giorni mi sento strano. Circa due settimane fa mentre ero a letto mi è sembrato di sentire un fastidi improvviso sotto le clavicole tanto da dovermi alzate dal letto. Poi è passato subito. Da li sono entrato in paura. Nonostante mi sia tranquillizzato da 10 giorni mi sento sempre stanco, affaticato, debole e con vertigini per tutto il giorno. Ci sono stati momenti dove andava meglio ma poi sempre queste sensazioni. Ho paura si tratti di un infarto. Ho sentito che i sintomi di infarto possono avvenire anche settimane prima e danno proprio questi sintomi. Ho timore di crollare da un momento all'altro. Circa un mese fa feci una spiroergonometria ed un ecg transesofageo da cui non risultò nulla. Ma ora questi sintomi mi spaventano. Dovrei andare al PS a fare un controllo? Provo spesso la pressione che si aggira sui 130/35-70/75 con battiti 78-85. Vi ringrazio.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Caro signore
francamente credo che lei sia proprio fuori strada....
Non stà assolutamente avendo un infarto, ma anche dalle sue precedenti richieste di consulenza appare evidente, anche in maniera chiara, che il suo reale problema è un'ansia patologica che le consiglio di affrontare appropriatamente affidantosi ad uno psicologo.
Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 233XXX

Iscritto dal 2011
Dottore la ringrazio per la Sua risposta. Sono in cura da un psicologa da più di un anno senza molti risultati. Ora proverò a cambiare. Purtroppo ho sempre nuovi sintomi e questo senso di stanchezza e confusone che ho da 10 giorni mi porta a pensare ad un infarto in arrivo. Di salute, in linea generale, dovei stare bene. Sono donatore, non fumo e non bevo. Non sono sovrappeso. L'unica cosa è che faccio vita sedentaria, per il fatto che ho paura di mettere sotto sforzo il cuore. Inoltre ho fatto recenti visite cardiologiche (eco transesofageo). Ho solo i valori della tiroide leggermente alti. Ma non so se possa centrare qualcosa. Dal punto di visita cardiologico posso stare, dunque, abbastanza tranquillo?
La ringrazio.
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Può stare tranquillo....
saluti
[#4] dopo  
Utente 233XXX

Iscritto dal 2011
Gentile dottore,
Purtroppo non ho resistito e ho avuto paura. Ieri sono andato al pronto soccorso. Mi hanno fatto un rx torace, esami del sangue con enzimi cardiaci, ECG. Tutto sembrerebbe sia andato bene. L'ecg era a posto ed anche gli esami. Idem l'Rx. Mi hanno fatto una flebo di paracetamolo anche a e non avevo molto dolore al petto ma piu un fastidio. Inoltre mi hanno dato dei salì minerali perché ho detto che bevevo poco. Sono andato a letto abbastanza tranquillo e stamattina purtroppo mi sono tornate improvvisamente extrasitoli che non sentivo da tempo. Per piccoli sforzi le sento anche a riposo. Oltre a mal di e testa e solita sensazione di vertigini. Come mai sono comparsi ora questi sintomi? È stata una notte lunga e ho dormito poco ma non penso centri. La mia paura e che ci sia veramente qualcosa al cuore. Tipo un qualcosa dove non filtra bene il Sangue. Penso sia causa di tutte queste vertigini ed extrasistole. Dato che non mi hanno fatto un eco magari non hanno visto dei problemi gravi. Può essere dottore? Non so cosa fare. La ringrazio.
[#5] dopo  
Utente 233XXX

Iscritto dal 2011
Dr. Rillo non ha più l'occasione di rispondere? Ho bisogno di un suo consulto sull'ultima cosa che ho scritto. Inoltre da circa qualche ora sento delle fitte strane alla bocca dello stomaco. Sembra più un 'fastidio' che un dolore. Durano qualche frazione di secondo e lo sento solo in quel punto li ... è grave? Dovrei tornare al PS?
La ringrazio
[#6] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Mi scuso per il ritardo della mia risposta, ma sono stato impossibilitato a farlo prima....
Caro signore se lei vuole il mio personale parere e dato in maniera franca lei ha bisogno di uno psicologo e non di un cardiologo. La sua è un'ansia patologica che non va sottovalutata,
Saluti cordiali
[#7] dopo  
Utente 233XXX

Iscritto dal 2011
La ringrazio per la risposta. Settimana scorsa ho fatto anche una visita dal mio cardiologo. Questo era il responso.

PA 130/80 mm Hg, toni cardiaci ritmici, tacicardici, per il resto NDP.

ECG: Ritmo sinusale, frequenza cardiaca 105/min. noto blocco di branca destro completo, per il resto il referto è assoltamente normale.

ECO: Ventricolo sinistro sempre di normali dimensioni interni e volumetria, la contrattilità è rimasta identica con una FE di 68%, LVEDD 46 mm.
Valvola mitralica sempre sottile, nota ed invariata lieve insufficienza mitralica.
Atrio sinistro regolare per dimensioni e volumetria, LAVI 25 ml/m2.
Sezioni destre del cuore regolari, non segni di ipertensione polmonare, non versamento pericardico.

Sonografia della tiroide:Referto nella norma.

Sonografia della carotide:
Regolare decorso e calibro dell`arteria carotide comune senza ispessimento intimale. Regolari le curve flussimetriche a carico delle arterie carotidi interna ed esterna.
Regolarmente pervie con flusso normodiretto le arterie vertebrali.

Ora io però ho continuamente sintomi. Ieri ad esempio avevo fitte alla mandibola sinistra. Avevo timore perché pensavo fosse sintomi di infarto. Poi è passato. Anche oggi sento ogni tanto dolore. Possibile che si tratti del cuore? Sono tipologie di dolori che possono essere di un infarto? O dovrebbe essere un dolore fisso ? Non riesco a tranquillizzarmi nonostante le visite. Ho anche dolori forti alla schiena e difficoltà digestive.