Utente 354XXX
Salve gentili medici,
Sono una ragazza di 20 anni, non fumo, non bevo, non ho una vita sedentaria (anche se non faccio molto sport/ movimento per problemi respiratori), peso 38 kg, pressione 50-110 quasi sempre. Soffro di panico che spesso mi porta i battiti cardiaci a più di 120 durante gli attacchi.
In famiglia i nonni hanno avuto problemi cardiaci, e mia madre mi ha sempre terrorizzato con l'ossessione dell'infarto.
Da due settimane circa sento un peso localizzato lungo l'esofago fino alla bocca dello stomaco e fino alla gola, soprattutto dopo mangiato, con maggior peso tra il centro del petto e subito sotto. Mi sembra di faticare a respirare quando mi viene.
Dura variabilmente qualche ora poi passa, poi ritorna, specialmente di sera.
Ho sempre avuto problemi gastrici, difficoltà a digerire, coliche addominali e gassose, bruciore di stomaco e così ma non avevo mai provato questi sintomi.
Ho il terrore di avere un infarto. Non dormo più dalla paura.
Il mio dottore di base mi ha detto, senza alcun esame, che è un problema alla valvola gastrica infiammata per colpa dell'ansia, ma non mi sembra una diagnosi giusta.
Rispondete presto, vi ringrazio.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
I sintomi che lei riporta sono suggestivi per una esofagite da reflusso.-
Conviene che lei esegua una esofago gastroscopia per valutare la opportunita' di una terapia con inibitori della pompa protonica.
Il suo cuore non c'entra niente
Tranquilla
Arrivederci