Utente 356XXX
Salve a tutti, sono un ragazzo di 18 anni, il problema che mi porta a scrivere su questo sito non mi imbarazza, ma prima di fare test ecc vorrei sapere cosa ne pensano perso esperte come voi.
Il mio problema è iniziato circa un mese fa, ho avuto una relazione molto attiva a livello sensuale per due anni, in questi due anni ho sperimentato molte cose e non ho praticamente mai avuto nessun problema di ansia ecc, ho avuto solo la candida più volte a causa di una scarsa attenzione della mia ragazza (non si era accorta di soffrirne e quindi anche se io mi curavo poi lei me la ripassava non appena facevamo sesso non protetto), terminata questa relazione sentimentale terminarono anche i rapporti, un mese fa mi trovavo in vacanza ed ero molto ubriaco, avevo l'occasione di fare sesso con una ragazza straniera, ma nonostante lei provasse a masturbarmi non riuscivo a raggiungere un erezione tale da poterla penetrare, forse a causa dell'alcol, forse a causa di ansia da prestazione (lei era più grande di me ma io ho fatto gli molte molte volte sesso quindi ne dubito) forse perché per la prima volta mi trovavo a fare sesso con un altra donna che non fosse la mia ex ragazza, non lo so, ma dopo un po' ho dovuto rinunciare.
Da quando sono tornato a casa ho provato a masturbarmi ma comunque noto difficoltà, o meglio una volta avevo voglia di masturbarmi/fare sesso molto spesso, mentre ora ottengo una buona erezione solo se sono diversi giorni che non ho un orgasmo. Non capisco se il mio problema sia fisico o psicologico, forse penso ancora alla mia ex, forse è solo un periodo negativo, voi cosa ne pensate? Forse i farmaci anticandida mi hanno dato qualche effetto collaterale... Sento la voglia di fare sesso ma il pene non "risponde" come prima, prima mi bastava immaginare e subito avevo un erezione senza neanche avere contatti con il pene, ora devo proprio impegnarmi e comunque non ottengo un erezione come prima. Cosa posso fare? Sono abbastanza paranoico, ho paura che sia un problema fisico serio, però ho solo 18 anni quindi mi sembra improbabile...
P.S faccio anche palestra e mi alimento in modo sano (questo sia quando ero fidanzato sia ora) potrebbe essere un problema ormonale?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

tutto quello che ci comunica sembra indicarci una importante componente psicologica nel determinare il suo attuale problema sessuale.

Che dice il suo medico di famiglia ed il suo andrologo di riferimento.

Se desidera comunque avere più informazioni dettagliate su queste tematiche, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche gl’articoli pubblicati sul nostro sito e visibili agl'indirizzi:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/184-erezione-fare.html ,

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/1234-nuove-terapie-emergenti-trattamento-disfunzione-erettile-de.html ,

http://www.medicitalia.it/salute/disfunzione-erettile .

Un cordiale saluto.