madre  
 
Utente 175XXX
Salve,

scrivo per mia madre, 71 anni in buona salute, corporatura normale, nessuna patologia importante. Per alcuni disturbi di intontimento a vai e vieni le è stata prescritta una rm encefalo dove risulta una sofferenza di circolazione per invecchiamento dei vasi, così mi hanno spiegato, comunque compatibile con l'età. A seguito di ciò il neurologo prescrive cardioaspirin 30 cpr gast 100 mg. + omeprazolo 20 mg, con riserva di far valutare la situazione generale al curante prima dell'assunzione, (qualora ci fossero situazioni che potessero causare trombi etc.).
Dalla visita cardiologica di 1 anno fa:
buono compenso emodinamico
PAO 150/80
lieve ridondanza e prolasso del LAM in atrio sx
flusso riempimento ventricolare sx nella norma, IM minima, IA lieve
altri dati nella norma
1 carotide con ostruzione del 16%.

farmaci che già assume:
statine per colesterolo
farmaco per la pressione a basse dosi e d'estate sospende
farmaco per osteoporosi
(non ho le confezioni davanti e non ricordo i nomi)

Il curante è in ferie da un po e mia madre vorrebbe iniziare la cura, chiedo se siete così gentili da accennarmi se ci sono controindicazioni.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Caro signore
ma come possiamo stabilire se ci sono o meno controindicazioni senza conoscere sua madre e senza averla visitata....se la terapia le è stata prescritta da un neurologo con riserva evidentemente ne avràavuto le sue buone ragioni. Tralaltro dal punto di vista cardiologico non posso dirle se la terapia è appropriata o meno perchè non conosco nei dettagli di che tipo di "sofferenza cerebrale" si stà parlando. Se è su base ischemica occorrerebbe escludere che sua madre soffra di episodi asintomatici (e quindi non documentati) di fibrillazione atriale parossistica, nel qual caso la terapia appropriata non è quella con cardioaspirina, ma quella con anticoagulanti orali. A tal proposito le propongo la lettura degli art. http://www.medicitalia.it/minforma/cardiologia/1378-fibrillazione-atriale-asintomatica-iceberg.html e http://www.medicitalia.it/m.rillo/news/3509/Se-il-cuore-fibrilla-la-mente-paga-il-conto
Cordialmente