Utente 813XXX
Salve,

ho una tipica allergia al polline che si presenta puntualmente nel periodo primaverile, vorrei sapere in che periodo dovrei effettuare la vaccinazione per essere coperto per la prossima stagione (non ho mai effettuato una vaccinazione anti-allergica finora) e se devo effettuare delle visite particolari prima di sottopormi a tale "cura".

Grazie per l'attenzione

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
3962

Cancellato nel 2010
Come Le capiterà di leggere in altre mie risposte, ritengo concettualmente inutile la procedura vaccinale come presidio terapeutico. Consideri che gli allergeni ambientali sono ovunque... quindi suggerirLe il vaccino equivale a dire che è un malato cronico. Anzichè fornire al sistema immunitario ulteriori input, mi preoccuperei di decodificare le ragioni della Sua reazione allergica. Anzitutto esegua un test per intolleranze alimentari ed additivi in essi contenuti, al fine di eliminare il fenomeno dell'interazione crociata fra alimenti non tollerati ed allergeni ambientali, substrato costante in questi casi. Inoltre ricolonizzi l'intestino tenue e gli fornisca i microelementi di cui certo sarà in debito. Tutto ciò è fattibile affidandosi ad un medico omeopata di provata esperienza in ambito immunologico. A presto.