Utente 283XXX
Buongiorno
2 mesi fa' mi e' stata diagnosticata la sindrome di meniere , l'otorino mi ha prescritto una cura a base di diuretici tiazidici da prendere una volta al giorno.
Purtroppo dopo pochi giorni Che avevo iniziato la cura, I sintomi della meniere miglioravano,ma incominciavo a notare una grande difficolta' per tenere o avere un erezione,anche al mattino svegliandomi notavo questo problema,quando in precedenza di solito l'erezione era automatica.
Dopo un mese di diuretici , x aiutarmi l'otorino mi ha prescritto Serc 1 pastiglia al giorno x aumentare il flusso sanguigno,ma anche questo si sta' rivelando vano.
Premesso che vivo in Laos e sono obbligato a continuare a prendere I diuretici tiazidici x diversi mesi,cosa mi puo' aiutare?Visto Che per il momento l'otorino mi ha sconsigliato attivita' fisica eccetto Che camminare.
Premetto che ho 46 anni,sono sportivo, sono alto 170 cm e 66 kg , non ho mai avuto in precedenza problemi di erezione e di mantenimento,il mio problema e' Che ho l'appuntamento con l'otorino a fine settembre.
Possono essere I diuretici tiazidici il problema?Cosa mi consiglia?

La ringrazio e mi aiuti

Mauro

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Palermo
24% attività
4% attualità
8% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2014
Prenota una visita specialistica
Buonasera, circa il 25 % dei deficit erettili di nuova diagnosi compaiono in seguito all'assunzione di farmaci. I diuretici tiazidici, i diuretici risparmiatori di potassio (spironolattone, triamterene) e gli inibitori di anidrasi carbonica (acetazolamide) sono noti essere tra i farmaci che provocano nel 10-20 % dei Pazienti che li assumono disturbi erettivi di vario grado. Il suo disturbo quindi potrebbe probabilmente dipendere dal farmazo assunto. Non potendo Lei sospendere i diuretici consiglierei magari una famiglia di farmaci diuretici dell'ansa (furosemide) che interferiscono molto di meno con l'erezione e libido. Contatti il suo curante e chieda se può sostituire il tiazidico con quello suggerito.
Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 283XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio Dottore x la sua risposta , informero' al piu' presto il mio otorino se e' possibile usare I diuretici dell'ansa.
Le volevo chiedere delle ultime cose , poiche' ho preso per due mesi diuretici tiazidici , crede che quest'ultimi mi abbiano creato danni permanenti a livello di erezione?Oppure nel momento che io passi a quelli dell'ansa , la situazione ritorna normale ?
E di solito in quanto tempo il mio corpo ha bisogno x ritornare tale a prima della cura?
Ultima cosa,in quanto da 2 mesi seguo una dieta iposodica , crede che alcuni integratori possano aiutarmi a livello di erezione?

La ringrazio ancora.

Mauro
[#3] dopo  
Dr. Giuseppe Palermo
24% attività
4% attualità
8% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2014
Tendenzialmente con la sospensione del farmaco dovrebbero regredire anche gli effetti collaterali ad esso correlati. Non è possibile dire quanto tempo ci vorrà a ristabilire lo status quo. Intanto Lei elimini le cause che ne possono essere alla base, integratori a base di ging seng, maca, urtica dioica sono stati studiati come afrodisiaci con qualche effetto positivo nel deficit erettile ma sono perlopiù studi osservazionali dai quali non si possono trarre assolutamente conclusioni scientifiche; dopo di chè se il problema persiste Le consiglierei di rivolgersi ad uno specialista per inquadrare a 360° il problema deficit erettile.
Cordiali Saluti.