Utente 181XXX
Gentili dottori, ho sofferto dall'età di 22 anni di una forte prostatite, dalla quale solo ultimamente posso considerarmi un po' affrancato, provocata molto probabilmente da un insieme di fattori, quali infezioni della prostata ma anche la mia abitudine in giovane età a ritardare ripetutamente l'eiaculazione.

Da quando sono a conoscenza che questa è una manovra dannosa (ovvero da quando ho iniziato a curarmi per la prostatite) la evito come la peste, sia nei rapporti, sia nella masturbazione.

Ora l'altro giorno, per motivazioni contingenti, mi è capitato durante una masturbazione di bloccarmi (esercitando molto autocontrollo) proprio un istante prima di eiaculare, sentendo le classiche "fitte" da "bloccaggio" della prostata. Ho comunque portato a termine la masturbazione pochi secondi dopo l'episodio.

Dato che sono a conoscenza della pericolosità di questa manovra sulla prostata volevo chiedervi se potevate rassicurarmi sul fatto che, un singolo episodio, non possa provocare danni, anche su una prostata già "provata" da una lunga storia come la mia, o viceversa se potrei incorrere in qualche conseguenza o ricaduta.

Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,é impossibile che un singolo episodio di eiaculazione trattenuta dia luogo ad uno stato patologico cronico a carico della prostata e/o delle vescicole seminali che producono lo sperma.Cordialità
[#2] dopo  
Utente 181XXX

Iscritto dal 2010
La ringrazio per la risposta dottore. In effetti, a distanza di qualche giorno, mi pare che la sensazione di congestione che mi ha provocato la "manovra" stia definitivamente scomparendo.