Utente 159XXX
salve gentilmente vorrei sapere che differenza c'è tra avere un foro al cuore e avere un soffio al cuore....tra le due come diagnosi qual'è più importante, seria. grz

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Cara signora, non è chiaro cosa intende per "foro" al cuore....per il soffio dipende se è presente una valvulopatia o meno e eventualmente di che entità sia e a carico di quale valvola...Nei termini della domanda non è possibile formulare risposte più chiare...
Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 159XXX

Iscritto dal 2010
salve mi scusi cerco di spiegarmi meglio per foro intendo PFO al cuore.... vorrei saper se si può formare solo alla nascita o può formarsi nel corso della vita in una persona?
la differenza tra le due problematiche, tra il PFO e il soffio al cuore in cosa consiste?
che sintomi può portare il PFO? grz
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Il PFO è presente fin dalla nascita. Un soffio cardiaco si ha in presenza di una valvola disfunzionante, ma a volte (soprattutto nei bambini) può essere di tipo "innocente" e quindi non dipendere da una valvulopatia. Il PFO è spesso asintomatico e spesso non deve essere trattato...differente è il discorso per un eventuale DIA (difetto del setto inetratriale)....ma stiamo parlando senza cognizione....Lei è portatrice di PFO ???? o è sofferente di valvulopatia ????
saluti
[#4] dopo  
Utente 159XXX

Iscritto dal 2010
io ho un PFO e lo scoperto da pochi mesi....il fatto è che ho avuto delle gravidanze non è stato mai scoperto. sono risalita sono dopo che ho fatto due anni fa un risonanza magnetica per continui mal di testa.... la risonanza ha evidenzia dei focolai di gliosi nella zona frontale. il neurologo mi ha spiegato che il motivo di questi gliosi poteva essere dovuto a delle forte emicranie o un foro al cuore. L' ecodoppler transcranico è risultato positivo e anche l'ecocodoppler transesofageo. il problema è che sto male ho bruciore, debolezza e malessere in ttt il corpo e molto spesso ho dolori anche al cuore. che devo fare che mi suggerisce?
[#5] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Spesso il riscontro di un PFO in concomitanza con i reperti neurologici che riporta fanno propendere per un'associazione tra le 2 cose, anche se questo rapporto "stretto" non è matematico. Il trattamento del PFO è stato ridimensionato ultimamente in maniera importante e la decisione se eseguire o meno la chiusura del PFO per via percutanea (senza intervento chirurgico) applicando un "ombrellino" deve essere conconcordato con un emodinamista (un cardiologo interventista con particolare esperienza in questo settore).
Cordialmente
[#6] dopo  
Utente 159XXX

Iscritto dal 2010
il PFO non è molto significativo come scritto nella diagnosi più che altro valutare se prendere o meno la cardioaspirina. lei che ne pensa?
[#7] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Ci sono scuole di pensiero differenti al riguardo....personalmente ritengo che per un PFO come il suo, se non si associa ad un aneurisma del SIA (come sembra da quanto riporta) non è necessaria l'assunzione di cardioaspirina.
Saluti