Utente 357XXX
Buonasera, sono a richiedere cortesemente un consulto sull'esito della tac che qui sotto riporto. Premetto che da 8 mesi ho bruciori costanti che si accentuano con fitte simil-angina che si irradiano a tutto il petto. Per questi motivi e per dolori addominali, mesi fa ho eseguito una gastroscopia che ha rilevato: gastrite cronica diffusa, reflusso gastroesofageo e papilla duodenale di aspetto polipoide (che l'esito della biopsia definisce come displasia di basso grado). Ho anche effettuato una coronarografia (per scintigrafia miocardica positiva) che è risultata negativa. Dato che i dolori al torace da 8 mesi persistono, ho eseguito tac al torace.

Esito tac torace:
"Tiroide di volume regolare, a densitometria finemente disomogenea. Non versamenti pleurici. Alcune strie di maggiore densità con carattere di sclerosi nelle regioni apicali. Non lesioni nodulari nè addensamenti parenchimali nei campi polmonari nei quali non si riconoscono segni di interstiziopatia nè quadri bronchiectasici.
Rari elementi linfonodali del diametro inferiore al centimetro in sede preaortica,pretracheale e nella finestra aorto-polmonare.
Alcuni elementi linfonodali di tipo reattivo nelle regioni ascellari.
Cuore e grossi vasi nei limiti. Nella norma i surreni.Non evidenti processi osteorimaneggiativi a carico dei segmenti scheletrici esaminabili".

Mi preoccupano soprattutto quegli elementi linfonodali ascellari di tipo reattivo..cosa sono? cosa mi suggerisce di fare? che quadro complessivo rileva?

Ringrazio anticipatamente,
distinti saluti
[#1] dopo  
Dr. Michele Malerba
24% attività
4% attualità
12% socialità
TERMOLI (CB)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2014
Prenota una visita specialistica
Gentile utente, la TAC Torace con mdc è praticamente normale . Non si preoccupi assolutamente dei linfonodi ascellari di tipo reaattivo perchè sono benigni e non tumorali . L’aggettivo “reattivo” è sinonimo di benignità: i linfonodi reattivi sono dei linfonodi aumentati di volume,e questo comunque non vuol dire che si tratti di una malignità.
Significa soltanto che i linfonodi stanno aumentando il loro volume, per reagire ad un attacco.
In questi casi non bisogna subito allarmarsi, pensando ad un tumore.
Infatti si potrebbe trattare di una normale risposta del sistema immunitario in caso di presenza di un’infiammazione o di un’infezione che interessa la zona vicina ai linfonodi.
Questi ultimi si possono trovare in ogni parte del corpo.
Ci sono quelli ascellari, inguinali, laterocervicali, sottomandibolari, nel collo.
Sarà l’ecografia,che Le consiglio eventualmente di fare con molta calma, che attraverso un’analisi della forma e della struttura, può indicarne la natura.
Quindi in presenza di un quadro TAC normale e di assenza di cardiopatia in atto , approfondirei e tratterei farmacologicamente il quadro del Reflusso gastro-esofageo che , a mio parere , è la causa dei bruciori costanti che si accentuano con fitte simil-angina che si irradiano a tutto il petto.
Disponibile per ulteriori chiarimenti invio distinti saluti.
[#2] dopo  
Utente 357XXX

Iscritto dal 2014
Egr.Dottore,

La ringrazio per la celere risposta, che mi ha un po' tranquillizzato.
Farò anche l'ecografia. Verifichero' l'attuale terapia farmacologica con cui sto cercando di curare il reflusso gastro-esofageo, che si compone di : Lucen a digiuno, Gaviscon, (Cardirene a stomaco pieno),Gaviscon nel pomeriggio, (Simvastatina) e Gaviscon dopocena.

La terro' aggiornata.

La ringrazio ancora

Distinti saluti