Utente 759XXX
Buonasera vi scrivo sperando in un consiglio che renda piu chiaro il mio futuro.
Circa ottomesi fa' in un incidente ho avuto la rottura bilaterale del tendine rotuleo.Dopo l'operazione di suturazione dei tendini mi e'stato eseguito un cerchiaggio metallico.A distanza di circa 3 mesi ho tolto entrambi i tutori e dopo circa due mesi di fisioterapia domiciliare ho iniziato la fisioterapia in un centro asl.Ora che siamo quasi ad 8mesi la situazione e' la seguente:
ginocchio sinistro flessione rom 90 /100° mentre quello destro rom 75/85° con molte sofferenze.
Purtroppo dovendo rientrare al lavoro(manuale) l'ospedale per paura che estraendo il cerchiaggio possano cedere i tendini mi propone lo sblocco in narcosi di entrambe le ginocchia .Considerato che ho gia' sofferto moltissimo nutro molti dubbi circa un netto miglioramento proporzionale al dolore postnarcosi.
[#1] dopo  
Dr. Nicolo' Galvano
16% attività
0% attualità
0% socialità
PALERMO (PA)
Rank MI+ 16
Iscritto dal 2011
Purtroppo lo sblocco in narcosi è inizialmente l unico valido trattamento;
Infatti l'alternativa sarebbe una artroscopia per valutare l'integrità dell'ambiente articolare ma è una scelta da valutare caso per caso
Eseguendo una ecografia bisognerebbe valutare le fibre del tendine rotuleo perché in caso di tendinopatia sarebbe utile l'uso di infiltrazione con PRP
Ma la vera risposta si potrebbe avere solamente con una attenta visita per valutare la globalità del caso e non una mera risposta scritta!!!!!!