Utente 273XXX
Buonasera, sono una donna di 35 anni, ho due bambine.
Soffro da qualche anno di extrasistole, a volte molto fastidiose.
Proprio ieri mi hanno portato ad un vero e proprio malessere.
mentre stavo rifacendo i letti delle mie figlie ho avvertito dei battiti continui ed irregolari e ne l frattempo mi sono sentita come una stretta al torace e mancanza di respiro un pò di tachicardia; sono andata in bagno e allo specchio ho visto il mio volto sbiancato e labbra un pò scura anche la testa un pò strana tipo fomicolii.
Premetto che ho una tiroidite cronica autoimmune da diversi anni e prendo quotidianamente eutirox 50 ho svolto vari controlli tra cui elettrocardiogramma l'ultimo risale ad un anno fa risultato negativo. 2 ecocardiogramma risultato lieve prolasso valvola mitrale con minima insufficienza valvolare, il medico non ha dato peso a questo risultato, anche se mi sono un pò preoccupata. Ho chiamato ieri la guardia medica mi ha detto che parecchie persone hanno questa insufficenza alla valvola mitralica e non sono la sola. Secondo lei questa minima insufficienza può dare questi problemi? Circa 10 anni fa ho effettuato un holter cardiaco risultato negativo l'ho fatto in quanto ho sofferto di forti attacchi di panico.
In questi ultimi anni che avverto queste extrasisole fastidiose alcuni periodi quasi non le avverto altri moltissimo e mi generano questi forti malesseri.
Non vivo tranquilla, ogni tanto ho preso il lexoton di notte quando mi compare un pò di tachicardia, il lexotan riduce queste extrasistole, in genere ne prendo 10 gocce al bisogno.
Quali altri esami potrei fare, oltre quelli già fatti in passato, navigando in internet ho letto dello studio elettrofisiologico per valutare la conduzione e l'impulso elettrico del cuore le sembra un pò esagerato fare questo esame? Premetto che non me lo ha consigliato nessun medico.
Grazie anticipatamente


Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
231165

Cancellato nel 2015
Il prolasso mitralico e i problemi alla tiroide possono accompagnarsi ad extrassitolia. non serve fare nulla se non un Holter per vedere quante sono. Successivamente vada dal suo cardiologo che in base all'esame deciderà' o meno se darle una terapia. Altro non serve.
Se isolate e in numero scarso le extrasistoli, a parte il fastidio non provocano assolutamente nulla
saluti