Utente 878XXX
In occasione di una risonanza magnetica all'encefalo (fatta per motivi indipendenti da questo consulto, e risultata peraltro assolutamente nella norma) mi e' stata riscontrata una "piccola formazione pseudocistica alla base del seno mascellare destro" (questa e' la diagnosi che leggo sul referto). Premesso che ovviamente non sono un esperto nella lettura di RMN, questa formazione appare come una macchia di brillantezza variabile a seconda della sezione (e' visibile in diverse sezioni della RMN), sul pavimento del seno mascellare, di forma irregolare. A me sembrano come piu' formazioni giustapposte, piu' o meno tondeggianti, di altezza variabile. A giudicare dalle proporzioni (facendo un confronto con le dimensioni del cranio) le dimensioni di questa "macchia" sembrerebbero essere circa 1 cm in altezza (nel punto piu' alto, perche' l'altezza e' variabile), inoltre in una sezione di profilo si estende per l'intera profondita' del pavimento del seno mascellare (3 cm?). La pseudocisti sembra essere del tutto asintomatica e non da' nessun segno di se' a livello dentale. Non ho mai subito interventi ai denti che possano in qualche modo essere collegati (ho solo un'otturazione ad un molare inferiore).

Le mie domande sono: e' giusta la diagnosi di "pseudocisti"?
E' corretto definire "piccola" questa formazione (sempreche' le mie valutazioni siano esatte)?
E' opportuno fare ulteriori esami ora o a distanza di tempo? Il mio medico di base mi ha consigliato una visita stomatologica (che ricade nell'ambito della chirurgia maxillo-facciale, se non erro), e' giusto oppure e' piu' opportuna una visita otorinolaringoiatrica, quali sono i confini di competenze dei due ambiti?
Se non abuso troppo del vostro tempo, posso chiedervi inoltre di spiegarmi di che cosa e' costituita questo tipo di formazione (e' possibile capirlo dalla RMN o fare delle ipotesi?) - grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Antonio Maria Miotti
28% attività
0% attualità
12% socialità
UDINE (UD)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2004
La diagnosi di pseudocisti è solo presuntiva (solo un esame istologico è dirimente), e la definizione di piccola è relativa alle dimensioni del seno mascellare.
Prima di decidere su un eventuale intervento e/o osservazione nel tempo, è opportuno completare gli accertamenti. Da questo punto di vista il medico di base ha consigliato correttamente una visita stomatologica o chirurgica maxillo-facciale, atta ad escludere un'eziopatogenesi odontogena.
Anche una visita otorinolaringoiatrica può essere indicata, ed i "confini di competenze dei due ambiti" talora sono sovrapponibili.
Senza visione della documentazione è difficile affermarlo, ma si può sospettare la presenza di iperplasia mucosa o polipoide (formazione benigna e piuttosto comune) alla base del seno mascellare.
Cordialmente

Dott. Antonio Maria Miotti
Udine
[#2] dopo  
Dr. Gianluca Capra
28% attività
8% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2004
Consiglio dall'ORL:
se dovesse decidere di effettuare una visita otorinolaringoiatrica le consiglio di procedere direttamente facendosi richiedere dal suo medico di base la FIBROSCOPIA NASALE, così riuscirebbe ad evitare trafile burocratiche, poiche tale esame permetterebbe una valutazione approfondita delle cavità nasali che sono in stretto rapporto e comunianti attraverso gli osti con il seno mascellare.

cordilai saluti

G. Capra
ORL