Utente 269XXX
Da alcuni mesi sento un dolore nella parte del calcagno specialmente facendo le scale ma anche fitte a riposo. Pensando ad una infiammazione mi è stato consigliato di fare dello stretching e impacchi di ghiaccio, ma la cosa non ha portato sollievo ed anche i farmaci antinfiammatori hanno sortito effetto.
In questi giorni ho fatto una RM che ha dato il seguente responso:

Aspetto grossolano e incrementato nei suoi diametri A-P del tendine achilleo con segni di flogosi attiva per entesite inserzionale a livello calcaneare.
Nei limiti la fascia plantare.
Nei limiti i rapporti articolari della sottoastragalica con faccette orizzontalizzate ed a livello del mortaio tibio-astragalico con evidenza di lacerazione inveterata del peroneo-astragalico anteriore.
Visibile il posteriore ed il peroneo calcaneare.
Nei limiti il legamento deltoideo sul versante opposto.
Conservati i rapporti a livello della coxa pedis e della Lisfranc.
Il piede è tendenziamente piatto.

Che specialista è meglio consultare a seguito del referto?
Grazie.
[#1] dopo  
Dr.ssa Simona Rossetti
24% attività
4% attualità
0% socialità
SAN SALVO (CH)
Rank MI+ 28
Iscritto dal 2014
Buonasera,
quello che si può evincere dal risultato della rm è che si possa trattare di un infiammazione della regione inserzionale (quella parte del tendine che si "attacca" all'osso del calcagno) del tendine d'achille, che spesso si viene a creare a causa di attività sportiva-lavorativa-ludica con carichi alterati, utilizzo di calzature non corrette etc... Sicuramente una visita presso uno specialista ortopedico è fondamentale per decidere il percorso terapeutico migliore (ultrasuoni, onde d'urto tecarterapia etc associato ad terapia medica).
Buona serata
[#2] dopo  
Utente 269XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio per la Sua cortese risposta.
Il mio medico in attesa della visita del fisiatra mi ha prescritto
Dicloreum 150 mg. che non ha sortito grandi effetti.

Il fisiatra mi ha consigliato:
- Napreben gel 2-3 applicazioni die
- ciclo di ultrasuoni in immersione e laser terapia alta potenza

Se persiste il dolore eventuale plantare anatomico con supporto della volta cuneo
supinante scarico morbido posteriore.

Potrà questo risolvere il problema?
Grazie.



[#3] dopo  
Dr.ssa Simona Rossetti
24% attività
4% attualità
0% socialità
SAN SALVO (CH)
Rank MI+ 28
Iscritto dal 2014
Sicuramente i presidi consigliati associati ad una buona fisioterapia possono aiutarla a risolvere il problema, potrebbe associarli ad integratori tendinei che il suo MMg potrà consigliarle.

Cordiali saluti