Utente 338XXX
Salve scusate se ho aperto un altro post riguardo i miei sintomi...
II pratico sport di lotta a livello agonistico eed faccio molti sforzi fisici.
Quando mi alleno intensamente noto che nella ripresa ho molta fatica a respirare come una fame d'aria e faccii molti sbadigli...
6 mesi fa ho fatto vari esami: elettrocardiogramma, eecocardiogrammatica, e prova da sforzo , e spirometria.
Voglio precisare che l'anno scorso ho sofferto di attacchi di panico ma li ho curati con metodi del tutto naturali con omeopatia valeriana ecc.
Ora posso dire che con la mia buona volontà sono riuscito a superare quel brutto periodo.
Sono sempre stato un soggetto ansioso.
Però questo mese di allenamento non sono affatto agitato oppure ansioso.
Sono riuscito ad ascoltare senza paure i miei sintomi,
Ed ho notato che quando arrivo ad uno sforzo intenso nel tempo del recupero provo questa sensazione di dispnea.
Gentili dottori cosa mi consigliate di fare.
Da cosa può prevenire questa dispnea?
Nelle prove da sforzo i miei battiti massimali sono stati di 173 bpm.
Ma arrivo a 190/195 in palestra.
Grazie di cuore

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
I valori di frequenza che lei riporta durante la palestra sono dannosi anche per il cuore più sano.
Non ha senso raggiungerli
Arrivarci
[#2] dopo  
Utente 338XXX

Iscritto dal 2014
Grazie dottore per il consiglio...credo sia giusto non superarli.
Dottore mi scusi ma riguardo i miei sintomi cosa potrebbe essere?
Ho letto da qualche parte riguardo una patologia che si chiama stenosi aorta
Che se è lieve può presentarsi sotto sforzo eccessivo.

Cosa mo consiglia?
Grazie per la sua disponibilità
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
No guardi non deve raggiungere quei limiti perche dannosi per ogni cuore.
La dispnea è legata al fatto che lei con valori cosi elevati riduce il tempo di riempimento ed aumenta la pressione telediastolica.
Tutto qui
Quindi raggiungere quelle frequenze non è intelligente
La saluto
[#4] dopo  
Utente 338XXX

Iscritto dal 2014
Ma non sempre raggiungo quelle frequenze.
Però la dispnea la sento anche con frequenze più basse tipo 160
Grazie
[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
160 battiti al minuto è la frequenza massimale per la sua eta. È ovvio che abbia dispnea.
Lei si meraviglia di cose ovvie.
Il nostro cuore non è fatto per andare veloce, come tutti i motori.

Arrivederci
[#6] dopo  
Utente 338XXX

Iscritto dal 2014
Grazie dottor cecchini per le sue risposte .

Fino a un anno fa non sentivo questo genere di sintomo perciò ho chiesto consulto.
Grazie ancora

[#7] dopo  
Utente 338XXX

Iscritto dal 2014
Scusi dottore se le faccio un'altra domanda:
Ma dagli esami che ho riportato nella questione,
Sì sarebbe identificata la stenosi aorta?
Scusi se faccio queste domande da pessimista,
La prego di perdonarmi ma è per tranquillizzare i miei pensieri.
grazie di cuore
[#8] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Se lei avesse una stenosi a ortica e facesse viaggiare il suo cuore a quelle assurde frequenze sarebbe già morto. Dal momento che scrive ritengo che lei sia vivo e che quindii non abbia alcuna stenosi aortica.
La saluto
[#9] dopo  
Utente 338XXX

Iscritto dal 2014
Grazie di cuore dottor. Cecchini
Per le sue risposte, e per la velocità delle risposte.
E grazie di tutto.