Utente 358XXX
Salve dottore , sono un ragazzo gay di 30 anni che ha da poco scoperto di soffrire di prostatite cronica ,precisamente di prostato-vesciculite cronicizzata, la mia domanda è la seguente : " essendo gay passivo potrò continuare ad avere rapporti anali da passivo ? Un rapporto anale porterebbe alla riacutizzazione della prostatite ? " Chiedo a lei perchè non ho il corraggio di dire al mio medico che sono gay. Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,va da sé che i rapporti anali non creino sollievo alla mucosa rettale e,quindi,per vicinanza,possano procrastinare una prostatite già di per se cronicizzatasi.Comunque, curando lo stato infiammatorio,mantenendo un regime di vita idoneo,limitando al massimo pepe,peperoncino,insaccati,superalcolici,birra e spezie,dovrebbe gestire il quadro clinico con disinvoltura.Soffre di emorroidi?E' stitico?Cordialit.
[#2] dopo  
Utente 358XXX

Iscritto dal 2014
No non sono stitico ma ho una piccola emorroide che comunque non mi crea tanti problemi. Grazie per la sua risposta,cordiali saluti