Utente 343XXX
Buongiorno,
A settembre 2011 ho fatto delle prove allergiche (a causa di congiuntivite ricorrente) attraverso il metodo ISAC. E' emerso che sono allergico alla polvere e alle graminacee (cosa che sapevo e per cui stavo prendendo un vaccino), e una novità: l'anisakis (0,9 ISU). Credo di rintracciare l'intossicazione al 2007 dopo aver mangiato del pesce crudo ed essere stato male di stomaco una settimana.
Ho notato ogni tanto, in questi ultimi 4 anni, un po' di dermatite da contatto sulle mani. Nel frattempo dal 2011 ho sempre mangiato pesce ma mai più crudo, facendo attenzione fosse o cotto o congelato. Negli ultimi sei mesi ho completamente rimosso il pesce, ho però preso per diversi mesi degli integratori a base di pesce (omega 3, omega mix, amedial) a causa di alcune aritmie e di un po' di artrosi cervicale emersa da una risonanza magnetica.
Nonostante ho rimosso il pesce ho continuato ad avere episodi di dermatite e di nausea (specie a digiuno). Allora pensando fossero gli integratori di omega 3 ho smesso di prendere anche quelli da quasi 4 settimane. Il problema è che continuo ad avere ad oggi un po' di dermatite (non molta, a tratti di più a tratti di meno), un piccolo spellarsi della pelle sotto le unghie, e sempre un po' di nausea e fastidio a digiuno. In generale ho notato di riscontrare questi problemi sempre con maggiore frequenza.
La mie domande sono: è possibile che se sono allergico all'anisakis gli integratori di omega 3 possono avermi dato una qualche reazione allergica? Possibile che ancora dopo 4 settimane ho fastidi? Oppure ho sviluppato un'altra allergia a qualcos'altro (addensante, acidi grassi)? In quest'ultimo caso conviene fare un nuovo test allergologico specifico?
Grazie mille!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Il quadro che descrive non è indicativo di un'allergia alimentare.
Le consiglierei di indagare la possibilità di un problema gastro-duodenale indipendente da meccanismi allergici.
Resterebbe poi da chiarire con il Suo allergologo - in base alla storia clinica e al risultato del test ISAC - se sia effettivamente il caso di eliminare la fauna ittica (e, se sì, quale parte di essa) dalla dieta.
Saluti,
[#2] dopo  
Utente 343XXX

Iscritto dal 2014
Grazie per la risposta.
Allora la dermatite alle mani (mi si secca la pelle e si spellano) a cosa può essere dovuta ad un problema indipendente? Come mai esclude la possibilità di una qualche reazione allergica?
Grazie ancora per la pazienza
Saluti, Fabio
[#3] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
La secchezza e lo "spellarsi" delle mani non indicano necessariamente una dermatite, ma possono essere (soprattutto in assenza di altri elementi clinici) la manifestazione di altre condizioni (in particolare della disidrosi). Una visita dal dermatologo potrà chiarire meglio questo aspetto.
In ogni caso tale problema, così come il resto del quadro, non sembra avere alcuna relazione con la dieta: questo elemento - insieme agli altri caratteri delle manifestazioni riferite - permette di escludere l'ipotesi di una reazione allergica alimentare.
Saluti,
[#4] dopo  
Utente 343XXX

Iscritto dal 2014
Grazie mille